Notizie correlate





15/08/2000
LO SVILUPPO DEL B2B NELLE PICCOLE MEDIE IMPRESE






EDITORIALE > b,Nb - business, Not busillis
24/12/2001 - L'ANNO CHE VERRA'
di Vincenzo D'Antonio



Nell'anno che verrà, l'e-business cosa sarà ?!?


Per comodità espositiva andremo su stacchi cromatici netti e definiti, tratteremo eventi e fenomeni come chiazze di bianco e chiazze di nero, superficialmente ignorando la scala dei grigi. Ma tale pensiero dicotomico lo applicheremo anche ai lassi temporali. Tratteremo di giorno pari e di giorno dispari, l'uno convenzionalmente ritenendolo fausto e l'altro, altrettanto convenzionalmente, volendo invece ritenere nefasto.

E allora, l'anno alle nostre spalle: occhio, il 2000 ( non il 2001 che è comunque, seppure preagonico, l'anno corrente ), è stato il giorno pari della new economy. Così sembrerebbe.

Ricordate le scorribande di borsa, con toro imperante soprattutto in quel giardino dell'eden che era il Numtel ?

Le quotazioni di dot com avvenivano pressoché quotidianamente e, per ognuna di esse, si pronosticavano le magnifiche sorti ed i mirabolanti arricchimenti di sprovveduti quanto rampanti risparmiatori con l'hobby da nevrosi del trading on line.

Di barbiere torinese dall'illustre clientela, arricchitosi e passato a terrena quanto effimera miglior vita le cronache ancora cianciano.

Non solo. Ogni giorno, ma sì, quasi ogni giorno, si teneva un interessante convegno sulla new economy, ogni volta declinata con tema correlato ad effetto: la new economy e le nuove professioni, le applicazioni della new economy, gli ERP nella new economy, e via scrivendo, laddove facile era anteporre ad un termine, la salvifica "e trattino" e tutto si dipingeva di . . . bianco, il bianco intonso della speranza: tutto andava apparentemente bene.

Il fatto vero è che di new economy si è arricchito chi ne ha saputo parlare ed ha saputo abilmente vendere queste chiacchiere sul mercato borsistico. Ma minuscoli vantaggi sono stati conseguiti dalle aziende che hanno voluto utilizzare applicazioni enabled da Internet. Certo, il loro essere stato first mover alla fine arrecherà benefici ma essi saranno più conseguenti all'esperienza acquisita che non direttamente generati dall'adozione di applicazioni mirate.

L'anno corrente che volge al termine cos'è stato ? E' stato il giorno dispari, la chiazza colore nero, il nero della disperazione.

Il numtel da giardino dell'eden è diventata rozza aiuola di degradata periferia.

Il toro se ne usciva insalutato e gli subentrava il più scontroso degli orsi.

Guardare, non dico analizzare, ma guardare appena un qualunque grafico riportante l'andamento del titolo di una qualunque dot com, da inizio 2001 ad oggi, è come guardare il percorso di una tappa ciclistica studiata apposta per la gioia dei discesisti.

Il problema è farla percorrere a ritroso a chi scalatore non si sente e dirgli, per giunta, che il premio per chi raggiunge il traguardo è riprendersi a fatica i soldi sborsati nel bel tempo che fu.

I convegni si sono diradati e parlare di new economy non era più di moda. I baldanzosi imprenditori della new economy non guadagnavano più le prime pagine dei giornali e non erano più i riveriti ospiti dei talk show dei guru televisivi.

E allora, l'anno che verrà ?
Fermiamoci un attimo.

Avete presente le compagnie teatrali ?!? Quelle serie, intendo dire.
Cosa fanno. Oh bella, recitano. Sì, certo, ma per recitare bene ed avere successo devono innanzitutto scegliersi l'appropriato repertorio, devono mettersi a studiare e poi fare le prove. Ma quante prove, ma proprio tante e poi : su il sipario.

Ecco, l'anno 2000, prima definito l'anno dal colore bianco, il giorno pari, è stato l'anno durante il quale si sono esibite tante compagnie di giro, ma proprio tante, anche dilettanti allo sbaraglio scambiati per seri professionisti da un pubblico più inebriato che competente.

L'anno 2001, che volge al termine, è stato prima definito l'anno dal colore nero, il giorno dispari. E' stato l'anno nel quale le compagnie dilettantesche sono svanite nel nulla con rammarico dell'impresario e del pubblico che aveva pagato in anticipo il biglietto e con sollievo sommo di tutti gli altri stakeholders. Le compagnie serie, sapendo che il repertorio va rinnovato e che ogni volta ciò comporta un lavoro serio, espletato nel backstage e non sotto la luce dei riflettori, si sono messe a ragionare sui veri modelli di business e su come, in maniera adulta e consapevole, si è attori nel mercato glocal.

Adesso il mercato si è ripulito e gli attori che sono rimasti hanno finalmente focalizzato il loro ruolo nell'e-business del mercato glocal.

Di portali generalisti non abbiamo che farcene, se non utilizzarli per mandare qualche SMS a scrocco e per scaricare la photogallery di velinette, letterinette e schedinette: ma questo avviene fuori dall'e-business. E' la chiacchiera alla macchinetta del caffè e la telefonata alla moglie durante la pausa mensa.

Sta nel grande gioco del business, ma non può essere il business.

I grandi temi a venire sono incentrati sull'individuazione dei meccanismi migliorativi delle due consolidate sponde su cui l'azienda vive: comprare meglio e vendere meglio.

Il comprare meglio, anello di start-up della nuova rete del valore ( la rete ha sostituito la catena ) passa attraverso l'utilizzo sapiente di applicazioni di e-procurement e di applicazioni di SCI ( Supply Chain Improvement ). Il comprare meglio significa, nel contempo, estendere l'azienda ai propri fornitori, alcuni di essi avendoli preventivamente espulsi in quanto inadeguati al network ed altri avendoli cooptati in accezione glocal.

Ma, ovviamente, si è sempre, nel b2b, clienti di qualcuno e fornitori di qualcun altro e allora, il valore sta nel saper utilizzare lo stesso nuovo paradigma sia quando si è clienti che quando si è fornitori.

In altri termini si tratta di pensare, contestualmente allo SCI, anche al CRM che, pare di scorgere, sta cessando di essere il vaso di accumulo di vaghi pensieri in merito, e sta diventando, finalmente, lo strumento atto a facilitare la relazione con la propria clientela, semplicemente, laddove la semplicità è cosa ardua a farsi.

In uno scenario nel quale tanta mobilità la si è evitata e fortemente ridotta grazie al porre quanto andava mobilitato in struttura di bit, non si può pensare che quanto deve continuare necessariamente a mobilitarsi, lo faccia secondo le antiche usanze.

Per nuova mobilità a mezzo bit intendiamo (oltre al download dei calendari che evita il tragitto casa-edicola-casa), in una sola parola, tutto il nuovo EDI enabled da Internet ed anche tutto quanto le banche consentono di fare in termini di operazioni compiute e perfezionate di accrediti ed addebiti.

Oltre, ovviamente a ciò che può essere il nuovo modo di produrre e distribuire brochure, documentazione e manualistica e tutto quanto attiene il ticketing.

La mobilità consolidata, il trasporto delle merci, deve passare attraverso la vera metabolizzazione ed attuazione della logistica integrata (ritorna la salvifica e-: e-logistics) e qui si ritorna al concetto di extended enterprise e di SCI.

Ecco l'imminente scenario e-business dell'anno che verrà.

L'agone è quasi sgombro da recenti retaggi di amene ed improvvide nobilitazioni di pericolosi dilettanti.

L'economia globalizzata, pur nel suo chiaro focus glocal, suggerisce regole di sopravvivenza basate sull'adozione accorta di soluzione enabled da Internet ma giammai avulse dalla metabolizzazione dei paradigmi emergenti. Si tratta di saper convivere all'interno di una nuova concezione di spazio e di tempo, capendo il come e il perché, non di comprare asettiche technicalities.

E allora, capovolgiamo, in resipiscenza, gli assunti in incipit.

Quale giorno dannatamente dispari fu il reboante anno 2000.

Anno nero, fu. Ci inoculò malefiche aberrazioni e ci procurò idioti sorrisi di illusoria perennità.

Quale savio giorno pari è stato il declinante 2001.

Saggio al punto da ritirarsi in backstage. Di genuino candore nello smascherare pregresse nequizie e nell'indicare le accorte mosse in rettifica.

E l'anno che verrà ce lo aspettiamo così: grigio chiaro chiaro, quasi bianco: giorno inequivocabilmente pari.

Buon Anno.



Netzapping press
by Vincenzo D'Antonio