QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed17Mar200410:00
La conferenza di Mostar sottolinea le opportunità di investimento in Bosnia
Nello sforzo di attrarre maggiori investimenti esteri, la presidenza della Bosnia-Erzegovina ha organizzato il più grande meeting per business della regione. Sebbene oscurata dall'incidente aereo in cui è morto il presidente macedone Boris Trajkovski, la Conferenza Internazionale per gli Investimenti organizzata dala presidenza della Bosnia-Erzegovina a Mostar ha procurato interessanti contatti ed opportunità di investimento.

"Con la convinzione che la Bosnia-Erzegovina merita una migliore immagine mondiale, dobbiamo costruire un ambiente economico migliore, sia per gli investitori locali che per quelli esteri" ha dichiarato Dragan Covic, il presidente. Covic e gli altri membri della presidenza hanno invitato 2,300 rappresentanti di Stati, aziende e media, provenienti da 70 Paesi.

La conferenza, durata due giorni, è stata uno dei più importanti eventi del dopoguerra in Bosnia-Erzegovina, seconda solamente alla prima Conferenza per il Patto di Stabilità di Sarajevo, tenutasi alcuni anni fa.

Per quanto riguarda gli affari, gli investitori locali ed esteri hanno discusso su più di 300 progetti. E' stata una grande opportunità per raccogliere informazioni sulle possibilità di investimento, e per impostare nuove idee.

Tra i progetti ci sono la costruzione di un'autostrada da 2.5 miliardi di euro che collega l'Ungheria alla costa sud-orientale dell'Adriatico, passando per la Bosnia-Erzegovina, e la ricostruzione degli alberghi sui monti Igman e Bjelasnica, la costruzione di un parco industriale a Mostar ed investimenti nella rete delle telecomunicazioni. Portalino press release - by Southeast European Times, Sarajevo



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it