QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Secondo i dati dell'Istituto albanese delle statistiche, riportati dall'ICE, l'interscambio commerciale tra l'Albania e l'Italia ha registrato una crescita di circa il 3,8% nel primo semestre 2018, per un ammontare complessivo di 166,2 miliardi di lek (1,317 miliardi di euro, circa 49 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Il Consiglio dei Ministri della Bosnia ed Erzegovina ha approvato l'iniziativa del Ministero delle Finanze e del Tesoro e ha nominato una delegazione che avrà il complito di raggiungere un accordo di prestito con la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Svilippo - BERS, volto alla realizzazione del Corridoio 5C, il cui valore dovrebbe essere di circa 180 milioni di euro, scrive Sarajevo Times.

Il governo ha approvato una Strategia di politica economica fino al 2030, la prima strategia di questo tipo nella storia della Slovacchia.

La Commissione Europea ha corretto le previsioni economiche per la Slovenia, abbassandole dal 4,7% di primavera al 4,4% per il 2018 e dal 3,6% al 3,5% per il 2019, informa l'ICE.

La Republika Srpska - una delle due entità che compongo la Bosnia ed Erzegovina - ha portato a termine nei giorni scorsi la propria prima emissione di titoli sui mercati finanziari internazionali, per un valore complessivo di 168,3 milioni di euro, scrive Sarajevo Times.

Si interrompe il percorso di ritorno alla fiducia nelle prospettive dell'economia greca; cause principali: l'ipertassazione delle famiglie, gli effetti negativi sul mercato immobiliare dei nuovi parametri di stima delle proprietà, la presentazione delle dichiarazioni dei redditi che ha portato ad aumenti delle tasse per la maggior parte dei contribuenti, scrive Ekathimerini.

L'Unione europea e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) stano preparando un programma di investimenti per lo sviluppo del turismo, informa l'ICE.

Il pagamento della prossima rata delle risorse oggetto dell'accordo tra Fondo Monetario Internazionale e la Bosnia ed Erzegovina, del valore di circa 75 milioni di euro, è stato messo a rischio da due recenti decisioni del Governo, informa Sarajevo Times.

I cittadini greci potranno anche essere tra i più poveri dell'UE, ma questo non vuol dire che i prezzi che si ritrovano a pagare per beni e servizi siano bassi, scrive Ekathimerini.

A giugno l’inflazione su base annua è stata del 2,1%, mentre i prezzi su base mensile non hanno subito modifiche, informa l'ICE.

Il Consiglio dei Ministri di Bosnia ed Erzegovina ha recentemente approvato una Decisione riguardante l'utilizzo di fondi per oltre 17,6 miliardi di BAM (marchi: 1 marco = 0,50 euro circa), destinati al settore di Trasporti e Telecomunicazioni, informa Sarajevo Times.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it