QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

"I recenti fatti di cronaca che vedono attacchi informatici a gestori e emittenti di circuiti di pagamento internazionali (Mastercard, Citibank, Cartasì) preoccupano gli utilizzatori di carte di credito, soprattuto coloro che acquistano on line.

In Bulgaria il 61,5% delle piccole e medie imprese ha utilizzato internet nel primo trimestre del 2004, ben al di sotto dell’89% di media registrata nei 25 Paesi membri dell’Unione Europea.

Le imprese americane stanno sviluppando sistemi EDI basati sul web per il contenimento dei costi e il miglioramento dell’efficienza, dando la possibilità ai fornitori di tutte le dimensioni di visionare Pos e dati degli ordini connettendosi ad un portale web.

La Svezia è la nazione che ha la più alta percentuale di clienti bancari online nel mondo, ma il 25% degli svedesi crede che le banche online non siano completamente sicure, mentre il 7% considera quello della sicurezza un problema ancora molto grave.

Gli e-payments stanno guadagnando terreno presso le aziende americane che effettuano pagamenti B2B, e nel giro di tre anni, molte delle imprese interpellate nel corso di un recente sondaggio di AFP prevedono di adottare transazioni elettroniche.

Secondo un recente rapporto di APACS, le frodi su carte di pagamento chip – based smarrite durante la spedizione nel Regno Unito quest’anno ammontano a circa 61 milioni di sterline.

Le nuove tecnologie sono ormai necessarie ai manager della supply chain per massimizzare gli investimenti all’interno e all’esterno delle loro aziende.

Diciotto mesi fa, il chip e PIN Projest Management Office (PMO) britannico ha definito le specifiche chiave per la migrazione nazionale con l’obbiettivo di raggiungere la fase matura del chip e PIN entro la fine del 2004.
Le banche britanniche e gli altri emittenti hanno emesso finora circa 65,5 milioni di carte chip e PIN, mentre circa 520000 registratori di cassa sono pronti per l’EMV.

Le carte di pagamento negli USA sono attualmente utilizzate per il 53% di tutti i pagamenti effettuati presso negozi, mentre contante e assegni coprono il rimanente 47%.

I sistemi POS basati che utilizzano il Web offrono ai retailers molteplici benefici, non ultime una riduzione nel ‘processing’ delle carte di credito, ridotto da 40 a 3 secondi, e la possibilità di accettare pagamenti per ordini di vendita attraverso più canali.

I retailers delle grandi catene di negozi negli Stati Uniti dovrebbero proporsi come ‘banche occasionali’ per i soggetti che con le banche non hanno rapporti: secondo Tefisto Partners, i consumatori potrebbero effettuare transazioni multiple presso i POS mentre visitano il negozio:




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it