QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue05Jun201209:40


La teoria complottista vede un piano per il dominio economico dell'Europa, che è in progressione da 70 anni, come afferma l'economista Paolo Barnard. Siamo nel 2012, quindi si suppone che la storia vada avanti dal 1942 o giù di lì. Ma allora vien da pensare che il primo a volere un Europa unita (ma sottomessa) fosse Hitler.

E allora qualcuno potrebbe supporre che i lager facessero parte di un lucidissimo esperimento in scala ridotta e portato all'esasperazione (non quindi follia) per verificare i modi in cui i pochi potessero dominare i molti, soprattutto facendo leva sugli istinti primordiali delle persone, come l'istinto di sopravvivenza, la paura, la speranza. Metodi che poi si sarebbero dovuti applicare, in modo più discreto e meno estremo, alla società civile.
Bruno Bettelheim si domandava, per esempio, come mai non sia mai stato trovati (ufficialmente), dopo il conflitto mondiale, alcuna direttiva scritta o un manuale che documentassero, in qualche modo, l'addestramento delle SS: è possibile che non siano mai esistiti?
In un'epoca di paranoia dilagante, diffusa e strisciante, non ci vogliamo credere al complotto, ne va della nostra salute mentale.

(Giorgio Schumann)



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it