QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

C'era bisogno di una ricerca per saperlo? Ebbene, un nuovo studio mostra che nelle donne ottimiste si registrano meno morti o malattie cardiovascolari. La notizia è apparsa sul sito internet della Pravda lo scorso mese.

Secondo la ricerca dell'Università di Pittsburgh, l'ottimismo è stato misurato attraverso un questionario in cui si chiedeva alle donne se erano d'accordo con l'affermazione "In tempi incerti, di solito mi attendo il meglio". Il pessimismo, invece, è stato misurato su domande del tipo "Se qualcosa può andarmi male, lo farà".

Quando i ricercatori hanno paragonato il 25 per cento delle donne più ottimiste col 25 per cento di quelle più pessimiste, hanno scoperto che per ogni 10.000 donne ottimiste, il 43 per cento ha sviluppato malattie cardiovascolari e 46 sono morte, mentre ogni 10.000 pessimiste, ci sono stati 60 casi di malattie cardiovascolari e 63 morti in tutto.

Lo studio è stato pubblicato su Circulation, una rivista dell'Associazione Cardiologi Americani. Complessivamente, in 8 anni di osservazioni, lo studio ha mostrato che le donne ottimiste hanno il 9 per cento di rischio in meno di sviluppare una malattia cardiaca e il 14 per cento di rischio in meno di morire in generale. Le donne con un alto grado di ostilità cinica, rispetto a quelle con un basso livello, hanno il 16 per cento di possibilità in più di morire negli otto anni di osservazione.



 

Elena Arena - da materiale http://english.pravda.ru/




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it