QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri30Nov201216:00
Russia, vie del gusto italiano

Successo e interesse per le prime due date di workshop/presentazioni/degustazioni che si sono tenute il 21 e 22 novembre, organizzate da ICE su incarico della Presidenza del Consiglio – Unita’ tecnica di Missione, nell’area dedicata della Sala Espositiva di Krasniy Oktiabr, nell’ambito del programma delle “Eccellenze italiane d’oggi in Russia”, con il progetto di promozione dedicato alla produzione enoagroalimentare italiana in Russia denominato “Le vie del gusto italiano”.
Operatori moscoviti del settore, oltre alla presenza attenta e mirata di una missione, organizzata da ICE, di 19 operatori qualificati di settore, di cui 16 dalle regioni russe, in particolare 5 da Ekaterinburg, 2 da Krasnodar, 7 dalla Siberia ( Novosibirsk, Omsk, Krasnoyarsk e Irkutsk), 2 da Sochi nonche' due operatori armeni e un bielorusso, hanno potuto realizzare interessanti colloqui business e apprezzare l'enogastronomia delle aziende italiane presenti, in tutto oltre 30, tra aziende vinicole, paste alimentari, prodotti precotti e frutta secca, aceti balsamici, produttori di olio di oliva, caseifici e prodotti dolciari.

La buona riuscita degli eventi e’ stata possibile grazie anche alla collaborazione di importanti importatori/distributori di prodotti italiani a Mosca, e non solo, nonche’ di Promos ed Enoteca Italiana.

Sulla base degli ultimi dati Istat, aggiornati ad agosto 2012, si osserva, nell’andamento degli scambi nel settore agroalimentare, un trend positivo, nell’export dall’Italia verso la Russia nel periodo gennaio agosto 2010/2012, per una serie di prodotti tra i quali latte e derivati (+90%) e ortaggi e legumi (+144%) in costante aumento. Da notare la costante crescita che si registra nel campo dei prodotti per la pasticceria: cacao e sue preparazioni (+184%), migliorando il +166% del periodo gennaio – agosto 2012, e prodotti per la pasticceria (+59%), soprattutto in funzione dell’importanza che tale settore ricopre nelle abitudini alimentari del consumatore russo. E questo tipo di prodotti hanno il periodo max di vendita negli ultimi mesi dell’anno.
il comparto frutta registra un -8%, mostrando segnali di ripresa rispetto al -12% del periodo gennaio – luglio 2012, mentre buon risultato la decisa risalita delle bevande alcoliche e non, che aumentano del 10%, raggiungendo gli 83 mln di euro. E questo nonostante il persistere delle situazione di incertezza legata alle nuove norme di regolamentazione, non solo per la vendita ma anche per la pubblicita’.


Fonte: ICE



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it