QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sun27Jan200800:10
Per trasformare le informazioni in conoscenza 3/3
Ultima puntata del nostro dossier.

1.10 Investire nell'architettura di un'azienda dell'informazione

Come si definisce il capitale intellettuale? Larry Prousak, il titolare della Ernst & Young's Boston – Centro fondato sull'Innovazione nel Commercio, lo definisce come una risorsa intellettuale che è stata "formalizzata, catturata e che fa leva" sulla creazione di attività di valore maggiore. In altre parole, affinché l'informazione sia un'attività utilizzabile è necessario che ci sia un processo che identifichi, cataloghi e gestisca le fonti d'informazione, che costruisca un indice di memoria corporativa, e provveda alla creazione dei mezzi effettivi per l'accesso, lo scambio e la divulgazione dell'informazione. L'evidenza dimostra che le aziende, al momento, stanno facendo degli investimenti significativi nell'acquisizione e nella gestione dell'informazione.

Dataquest ha reso noto che il livello di spesa, di sviluppo e di gestione dell'informazione è aumentato da 410 milioni di US$ nel 1994 a 4.5 bilioni di US$ nel 1999. Dal 2005, sono più di 50 milioni di posti di lavoro che appartengono ai lavoratori dell'informazione. Le industrie leaders come Dow Chemical Co., Coca-Cola Co., Monsanto e le maggiori organizzazioni di servizi hanno creato una nuova figura all'interno delle loro organizzazioni: il capo dell'ufficio dell'informazione. L'ufficio dell'informazione lavora per "creare un'infrastruttura di gestione dell'informazione, costruire una cultura dell'informazione e renderla pienamente funzionante".

1.11 Costruire un network dell'informazione

Quando un'azienda diventa cosciente dei benefici di una soluzione integrata per l'acquisizione e la gestione dell'informazione, la soluzione richiesta è più facilmente definita. Si tratta di un network dell'informazione che identifica, collega, e deriva il valore dalle fonti di informazione.

Un'industria di analisi, la META Group, ha recentemente notato che nel momento in cui un'azienda non è in grado di gestire attivamente diverse architetture/tecnologie, allora essa ricerca una retro-integrazione della tecnologia. Ciò implica che le architetture di tipo IT miglioreranno gli inventari dell'hardware e del software verso un approccio che racchiude tutti gli aspetti dell'interazione corporativa (processi commerciali, persone, tecnologia, e cultura organizzativa). Ci si attende che il centro di gravità tecnico cambi da un centro DBMS in ambiente client/server a un centro middleware-based distribuito nell'ambiente, riflettente un cambiamento totale dalla computerizzazione alla comunicazione.

Nella costruzione di un network dell'informazione che rifletta questo cambiamento significativo, due fondamentali richieste del mercato devono essere soddisfatte: servizi di gestione dell'informazione (mappe di copertura, integrazione e amministrazione dell'informazione) e servizi di produzione dell'informazione (accordi per la consegna dell'informazione, generazione e scambio dei documenti, e pubblicazione). In dettaglio queste richieste possono essere descritte in termini di:

1.12 Centro di gestione dell'informazione

Il sistema completo di consegna e l'amministrazione delle funzioni includono: mappatura dell'informazione per identificare e organizzare la struttura dell'informazione aziendale interna ed esterna, i metadati e le fonti; gli attivatori dell'informazione provvedendo alla costruzione di una piattaforma dinamica e sicura per l'integrazione dell'informazione e, in questo modo, moltiplicano gli inventari dei dati; gli attivatori si occupano anche dell'amministrazione dei dati, il profilo dell'utente e i servizi di permesso, l'amministrazione della sicurezza e dei file.

1.13 Centro di produzione dell'informazione

La consegna dell'informazione e dei servizi legati all'informazione, include: la ricerca e il recupero dell'informazione, la produzione e la pubblicazione di documenti compositi e multimediali, il vantaggio e lo sforzo degli agenti intelligenti; la possibilità di uso dell'informazione viene estesa attraverso la vista e la pubblicazione dell'informazione accresciuta rispetto ai formati originari, la traduzione dei documenti sottoposti a controllo, la suddivisione flessibile delle diverse informazioni attraverso i sistemi di messaggio.

Attraverso l'installazione di un network dell'informazione, i lavoratori hanno un accesso rapido e facile a un completo set di servizi dell'impresa e un utilizzo funzionale degli stessi.

Il modo in cui questi networks sono al momento spiegati richiederà un'importante considerazione. Due possibili approcci sono il cosiddetto "bottom-up approach" che massimizza le risorse possedute dai lavoratori che di fatto utilizzano le fonti dell'informazione dell'azienda; e il "top-down approach" che assicura un certo tipo di conformità e disciplina nel modo in cui certe informazioni vengono gestite e il modo di migliorare l'uso delle risorse di tipo IT. Poiché l'adozione di un determinato approccio influenza l'ambiente di lavoro, la definizione della strategia sarà in gran parte dipendente da come l'informazione è, in quel momento, utilizzata all'interno di una data impresa.

Netzapping Press Agency - www.netzapping.com