QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu27Oct200518:00
La governance di Internet
E' in corso un confronto molto serrato su chi, nel mondo, debba esercitare la governance (governo e amministrazione) di Internet. Gia' a luglio scorso c'era stato un documento della Wgig (gruppo di lavoro dell'Onu: www.wgig.org) in cui si auspicava il passaggio dall'attuale organismo no-profit Icann (Internet Corporation For Assigned Names and Numbers: www.icann.org) controllato dagli Usa alle Nazioni Unite.

Ora e' la volta dell'Unione Europea, che a Ginevra in questi giorni ha proposto di levare agli Usa questo "privilegio". L'occasione e' stata una serie di incontri preparativi del summit mondiale sulla Societa' dell'Informazione, organizzati dall'Onu, che si dovrebbe concludere il prossimo novembre in un meeting in Tunisia.

Una situazione in cui gli Usa sono sostanzialmente in una posizione solitaria. Rileviamo alcune implicazione e facciamo alcune riflessioni.
Internet si e' sviluppata –ed e' innegabile che abbia avuto, stia avendo e avra' ancora successo- grazie alla supervisione di questo organismo Usa e con un ampio coinvolgimento del settore privato. Anche i Paesi piu' avversari degli Usa sotto diversi aspetti, stanno facendo i conti con quello che oggi significa ed e' Internet. Siamo sicuri che la burocrazia elefantiaca e affatto snella, tipica di un organismo come l'Onu, non frapporrebbe le esigenze di apparato a tutto il resto? No. Anzi, Siamo sicuri del contrario.

A parte le questioni legate al Consiglio di Sicurezza, tutti i Paesi membri hanno pari dignita' nelle Nazioni Unite. E siccome abbiamo visto una Commissione Diritti Umani con la presidenza assegnata alla Libia (che non ci sembra il massimo in materia), non vorremmo domani assistere ad una "Commissione Internet" presieduta dalla Cina o dall'Iran (per fare solo due esempi), Paesi che oggi si distinguono in modo particolare per censure e blocchi che impediscono l'uso libero della Rete da parte dei loro amministrati.

Newsletter ADUC - Editoriale di Vincenzo Donvito