QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed22Jun200513:41
Google sfida eBay sui pagamenti virtuali
Da un report del giornale The New York Times si evince che Google starebbe per entrare nel mondo dei pagamenti virtuali, mondo nel quale ci hanno provato in tanti (Digicash, Beenz, ecc.), ma solo Paypal (acquisito nel 2002 da eBay) sembra che ci navighi con successo, nonostante abbia qualche problemino (www.paypalsucks.com).

Il tutto parte da un non ben identificato 'chief executive' di un'azienda del retail online sarebbe stato avvicinato da Google per invitarlo a prendere parte al nuovo servizio. Anche The Wall Street Journal parla dell'avvenimento, che sembra sia stato trattato in una conferenza per analisti.

Il nome dell'applicativo sarebbe "Google Wallet" e sarebbe prima o dopo integrato nelle applicazioni attive e passive di pubblicità (Adsense e Adwords).

Da parte di Google risponde l'amministratore delegato, Eric Schmidt, dicendo che il nuovo tipo di pagamenti non sarà un diretto concorrente di Paypal. "I servizi di pagamento ai quali stiamo lavorando sono un'evoluzione naturale degli esistenti prodotti online programmi di pubblicità, che oggi collegano milioni di consumatori e inserzionisti", ha detto Schmidt a Reuters in una breve intervista telefonica. La società non ha voluto dire quando il prodotto sarà disponibile.

Sta il fatto è che i 71 milioni di utenti dichiarati da Paypal non può non fare gola al colosso della ricerca. Portalino è attivo nel circuito di Paypal: nelle nostre seppur modeste operazioni abbiamo rilevato che le commissioni vanno da 2 a 4% del transato, che non è poco !!!


PORTALINO NOTICE:
Se ci legge uno dei sopra citati analisti di Google, siamo disponibili alla prova online del prodotto, visto che abbiamo in cantiere, già pronta, la procedura Pecunia, un'applicazione di danaro digitale in PHP. Abbiamo anche il background finanziario-legale su cosa vuol dire aprire un circuito di danaro virtuale in Italia e/o in Europa e anche la possibilità di farlo in un science park europeo. Attendiamo con fiducia :-)

NYT, WSJ