QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Secondo Steve Jobs, a.d. di Apple Computer, "Napster ci ha mostrato che Internet è nato per la distribuzione della musica digitale".

E stante il successo di "iTunes Music Store", un nuovo servizio di musica on line presentato da Apple, c'è da credergli. 275.000 sono stati i brani scaricati nelle prime 18 ore di lancio del servizio, 1.000.000 nella sola prima settimana. Il servizio, che si avvale del nuovo formato Mpeg4-Aac (in grado di garantire una qualità musicale ben superiore al più comune Mp3) è perfettamente legale perchè integrato con sistemi di Digital Rights Management che limitano il numero di copie riproducibili.

Probabilmente ha ragione Jobs quando afferma che il futuro dell a musica passa per la distribuzion e on line: nonostante gli sforzi delle major volti ad ostacolarne il processo di diffusione, il fenomeno è dilagante. La domanda di musica on line è forte, pressante, ma soprattutto gli utenti sono disposti a pagare per godere dei vantaggi della comodità. Ed è probabilmente in questa direzione che bisogna lavorare per salvaguardare i diritti di autori e produttori.

Internet e dintorni - by Soldionline



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it