QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Un'agenzia europea composta da quindici esperti ed agguerriti sceriffi del web sorveglierà dagli inizi del 2004 la sicurezza delle reti Internet europee per prevenire gli attacchi ed organizzare le difese contro l' assalto di hacker e virus.

L'agenzia organizzerà a livello Ue la difesa contro la pirateria informatica per evitare il ripetersi di disastri come quello causato dal virus SQ Hell, che di recente ha bloccato migliaia di uffici postali italiani. Il progetto della nuova agenzia - che sarà presentato lunedì e di cui l'Ansa ha preso visione - prevede un organico di quindici cyber-esperti, a cui si potrà aggiungere personale distaccato dai vari Stati membri. La gestione sarà assicurata da un Consiglio d'amministrazione composto da rappresentanti dei Quindici, del Consiglio Ue e dell'industria del settore.

COORDINARE REAZIONI SU SCALA EUROPEA - Il compito dell'organismo Ue sarà sviluppare e coordinare a livello europeo un sistema di informazione che permetta di limitare i danni causati da hacker e pirati informatici, assicurando reazioni rapide ed efficaci che coinvolgano tutti gli Stati membri. Secondo fonti comunitarie vicine al progetto, «la nuova struttura rappresenterà l'anello di congiunzione tra i centri nazionali, e permetterà di stabilire contatti immediati tra le unità di crisi in caso di attacchi su vasta scala». Anche se inizialmente non sarà dotata di poteri operativi, l'agenzia rappresenta l'embrione della futura forza di reazione rapida dell'Ue contro gli attacchi informatici. L'attività della cyber-agenzia avrà inizialmente una durata di cinque anni, ma sembra già destinata a trasformarsi in una struttura permanente. «La nuova agenzia - hanno aggiunto le fonti - potrà essere operativa alla fine del 2003 o al più tardi nel gennaio 2004, e per accelerare la partenza potrebbe essere avviata in prima battuta a Bruxelles ». Le risorse finanziarie saranno assicurate dalla Commissione europea.

ZOOM SULLA PREVENZIONE - La struttura avrà un ruolo importante anche sotto il profilo della prevenzione da virus e tentativi di violazione di siti web e banche dati protette. A tale scopo l'agenzia organizzerà seminari di lavoro nel corso dei quali i funzionari nazionali otterranno accesso alle informazioni raccolte su scala europea. «Nel campo della prevenzione - chiariscono le fonti - l' obiettivo è riunire intorno ad un tavolo tutti quelli che hanno competenze in materia e possono intervenire, per abituarli ed aiutarli a lavorare insieme e per definire delle strategie di reazione comuni». Gli sceriffi del web assicureranno che in caso di attacco, la reazione di ogni paese sia efficace e coordinata con i vari centri degli altri Stati membri. La necessità di vegliare sulla rete è diventata ancora più urgente dopo i recenti allarmi lanciati a livello internazionali sul pericolo di attacchi terroristici su vasta scala diretti proprio contro i sistemi di comunicazioni elettronici statunitensi ed occidentali. A tale scopo gli esperti europei potranno diventare un canale per il dialogo degli Stati Uniti - per estendere a livello mondiale la lotta contro la pirateria informatica - e identificheranno i campi ed i settori in cui sono necessari interventi urgenti per dare alla Commissione europea l'input per la presentazione di proposte di carattere legislativo.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it