QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

La CNN ha comunicato che è possibile che il governo cinese blocchi la visione del 10 poer cento dei siti internet cinesi.

La Harvard University, tramite il Berkman Center for Internet and Society ha richiesto 204.012 distinti indirizzi di siti internazionali, trovandone inacessibili più di 50.000 da almeno un punto di accesso in Cina e almeno in una occasione. Oltre a ciò, ben 18.931 siti sono risultati inacessibili almeno dai due proxy cinesi usati e in almeno una occasione.

Lo studio ha trovato che i siti risultati bloccati sono quelli che lavorano (o anche solo parlano) del Tibet e di Taiwan o che hanno a che fare con i dissidenti cinesi, oltre a siti di news, siti pornografici e religiosi.

CNN Interactive



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it