QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed25Sep200200:00

A ben vedere non è che ci voglia una preparazione o un’apparecchiatura tecnologica di gran livello. Basta un Pc per navigare gratis a Londra. Ma anche
A ben vedere non è che ci voglia una preparazione o un’apparecchiatura tecnologica di gran livello. Basta un Pc per navigare gratis a Londra. Ma anche tanto “occhio” per capire qual è il marciapiede giusto. In Inghilterra infatti spopola una nuova moda: navigare a sbafo, “scroccando” la connessione (tra l’altro super-veloce) entrando di soppiatto, e ovviamente illegalmente, nelle reti senza fili delle grandi aziende. La nuova moda degli hacker londinesi è raccontata sul nuovo numero di Panorama Web, il magazine tecnologico del settimanle Panorama, in edicola il prossimo venerdì. Nei quartieri centrali di Londra potrete ammirare con i vostri occhi i “pirati” all’opera: seduti sulle scale dei palazzi, ragazzi con il computer portatile sulle ginocchia navigano sul Web, spedisono mail e scaricano file e programmi senza l’ausilio di cavi. Come fanno? Piratano le reti wireless predisposte dalle grandi società Un’operazione che non costa neanche un penny. L’esistenza di una rete senza fili ­ WiFi, in gergo ­ è riconoscibile da strani segni in gesso su muri e marciapiedi. Spesso sono due semicerchi opposti tra loro con un nome in alto e un numero in basso oppure un cerchio chiuso con una grande W dentro. Una traccia che indica la possibilità di scroccare un accesso a Internet nei dintorni. Il fenomeno è iniziato a febbraio quando un gruppo di ragazzi ha scoperto che con un computer, un tubo vuoto di patatine Pringles a fare da antenna e uno sniffer (un programma che individua le caratteristiche di una rete) era possibile agganciare le reti wireless delle grandi società della City. E utilizzare la loro banda per collegarsi gratis a Internet o addirittura spiare le informazioni riservate dell’azienda. I test sono stati effettuati in macchina da giovani che poi hanno disegnato una mappa di tutte le reti aziendali sfruttabili. Questo sistema di esplorazione battezzato «wardriving» si è diffuso velocemente tra gli hacker di Londra. Una moda che si trasforma anche in una opportunità di lavoro: i tecnici delle grandi aziende, s
pesso, propongono l’assunzione ai ragazzi assetati di “Internet gratis” per monitorare l’efficienza delle proprie infrastrutture di sicurezza.

Fonte: il Nuovo - Beta newsletter



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it