QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sun15Sep200200:00
MUORE NAPSTER, MA LA COMUNITA` WEB NON E` IN LUTTO

Da nua settimana chi si collega al sito di Napster, il più noto sito di condivisione gratuita di file musicali chiuso per problemi legali, sarà accolto
Da nua settimana chi si collega al sito di Napster, il più noto sito di condivisione gratuita di file musicali chiuso per problemi legali, sarà accolto dal classico logo con il gattino, ma accompagnato dal messaggio "Napster was here" -- Napster era qui. A segnare la simbolica morte del servizio, dopo l`annuncio della mancata acquisizione da parte del gigante tedesco delle comunicazioni Bartlesmann, c`è anche una lapide con lo schizzo del gattino in una tomba. Ma la "morte" di Napster sembra non aver suscitato molto clamore. "Davvero, chi se ne importa?" ha detto a Reuters Sebastian, uno studente della Technical University di Darmstadt, in Germania, alla notizia che Napster non potrà essere venduta a Bertelsmann e che quindi dovrà chiudere i battenti. "Tutti sono passati ad altri servizi di condivisione musicali. L`interesse per Napster da parte della comunità Internet non è mai stato tanto elevato come tutti hanno sempre pensato," ha detto lo studente di 28 anni di ingegneria informatica.

Nei tempi d`oro del 2000, Napster attirava milioni di appassionati di musica che si scambiavano file audio di tutti i generi musicali. Venne chiuso un anno fa dopo che case discografiche e cantanti erano insorti portando Napster in tribunale per violazione dei diritti d`autore. La International Federation of the Phonographic Industry (IFPI), uno degli acerrimi "nemici" di Napster, ha fatto un necrologio dolce-amaro al defunto servizio. "Napster aveva una grande tecnologia ma non avrebbe mai potuto avere successo fino a quando non fosse stato capace di trasformare quella tecnologia in un adeguato modello di business nel rispetto dei diritti d`autore degli artisti e della case discografiche", ha detto l`IFPI in un comunicato.

Il declino di Napster è stato decretato in via definitiva a inizio mese dalla decisione di un tribunale statunitense che ha rifiutato l`offerta di acquisto lanciata dal gigante dei media tedesco Bertelsmann. Etichette discografiche e cantanti si sono infatti opposti all`accordo, sostenendo che il prezzo di vendita non era equo.
Fonte: Betatest newsletter
http://www.napster.com/



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it