QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue19Jul201112:00
Israele punta sulla web-economy
In Israele si sta assistendo ad un fenomeno di business legato a società che sviluppano progetti ad alto contenuto tecnologico che è secondo solamente alla Silicom Valley. Le attività connesse ad Internet hanno dato un contribuito di 9 miliardi di shekel (12,6 miliardi di dollari) all´economia israeliana nel 2009, che rappresenta il 6,5 per cento del PIL israeliano, secondo un rapporto della società di consulenza McKinsey. Questo settore vale più di quello delle costruzioni (5,4  per cento del PIL) e quasi quanto quello della salute (6,8 per cento), scrive Focusmo.

L´economia web ha creato un totale di 120.000 posti di lavoro, pari al 4 per cento della forza lavoro del paese. Da Microsoft a Intel attraverso Google , IBM e Philips, quasi tutti i giganti di Internet e della tecnologia hanno creato importanti centri di ricerca e sviluppo in Israele e sistemi utilizzati in tutto il mondo. ´´Israele è il paese con il maggior numero di ingegneri tra la sua popolazione, ed è al secondo posto dopo gli Stati Uniti nel numero di società quotate al Nasdaq´´, ha dichiarato David Kadouch, product manager di Google Israele, che ha aperto nel 2007 e attualmente ha 200 dipendenti. ´´E ´davvero una seconda Silicon Valley . Oltre alle multinazionali, sono presenti tutti i principali fondi di investimento americani ´´, ha detto. ´´La comunità scientifica è molto attiva, vi è abbondanza di mano d´opera e soprattutto una cultura imprenditoriale. C´è un enorme ecosistema intorno all´alta tecnologia, e ciò che qui è fondamentale è che si pensa in modo globale´´.

Circa 500 start-up vengono create ogni anno in un paese di 7,7 milioni di persone, che è cresciuto del 4,7 per cento l´anno scorso secondo l´Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Wconomico contro una media di 2,8 dei i suoi paesi membri. Le previsioni dell'OCSE per Israele nel 2011 è del 5,4 per cento . Alla Technion, la prestigiosa università tecnologica nella città settentrionale di Haifa, si deve gran parte del merito per questa creatività. L´enorme campus Technion comprende 19 scuole per 12.000 allievi e forma circa il 70 per cento degli ingegneri del paese e l´80 per cento dei dirigenti delle compagnie israeliane quotate al Nasdaq .



Marcello Berlich - by FOCUSMO