QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed03Mar201011:40
Macedonia, avviato e government
Il Ministro per la Società dell´Informazione della Repubblica di Macedonia, Ivo Ivanovski, ha firmato con un fornitore di servizi IT un accordo per la connessione dei registri e dei database delle istituzioni statali in un unico sistema, con l´obbiettivo di accelerare ed aggiornare l´efficienza dello scambio di dati tra istituzioni e organi pubblici.

Nel corso della fase pilota, il progetto coinvolgerà cinque istituzioni, tra cui il Ministero dell´Interno, l´Amministrazione Fiscale e quella del Catasto. Nel giro di cinque mesi queste istituzioni beneficeranno di uno scambio accelerato dei rispettivi dati e di una riduzione delle duplicazioni dei dati e degli errori. Il nuovo sistema porrà cosi le basi per un ulteriore progresso verso l´e-Government. Ivanovski ha dichiarato di credere che il progetto incrementerà l´efficacia dei servizi per i cittadini, con una rilevante riduzione dei costi.

Il Ministro ha portato l´esempio dell'Amministrazione delle Tasse, che attualmente impiega tre giorni per ottenere dati sulle proprietà da quella del Catasto: col nuovo sistema, tutto questo potrà avvenire in pochi secondi. Dopo i sei mesi di fase pilota, entreranno a far parte del sistema anche le altre istituzioni dello Stato; in futuro, questo potrà essere esteso a istituzioni bancarie e assicurative e a società di telecomunicazioni. Il progetto si inserisce nel quadro dell´attuazione della Legge sulla Governance Elettronica approvata in agosto 2009, che regola l´utilizzo dei documenti elettronici da parte delle pubbliche amministrazioni, prevede lo svolgimento di servizi amministrativi per via elettronica e lo scambio di dati e documenti attraverso gli stessi strumenti. Il costo del progetto approvato si aggira attorno agli 800.000 euro.



Marcello Berlich