QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon06Oct200311:00
6.1. Riepilogando
Nella mia lunga analisi ho esaminato come le banche che operano via Internet si propongono alla propria clientela e ai potenziali utilizzatori dei loro servizi, cosa offrono e soprattutto come gestiscono la comunicazione nella rete, che è alla base del rapporto banca-cliente, indipendentemente dal fatto che quest'ultimo sia un privato cittadino, un'impresa o un ente pubblico. Dopo aver approfonditamente esaminato le caratteristiche dell’utenza che si rivolge ad Internet nel mondo, in Europa e in Italia, la tipicità dell’offerta bancaria via web e individuato alcune delle migliori proposte di servizi on-line, ho cercato di osservare le modalità di concretizzazione della comunicazione bancaria in rete.

Internet si sta dimostrando, senza ombra di dubbio, un efficientissimo strumento di business per le banche, e per le imprese in generale, e molti sono stati e saranno ancora da fare gli sforzi degli enti creditizi per cercare di sfruttarlo al meglio. In effetti, il marketing bancario sta dedicando ampie risorse alla comunicazione in rete, proprio perché ci si è accorti che, se questa viene impiegata al meglio, può dare molti frutti. È nato così il marketing relazionale bancario, approntato soprattutto a logiche interattive di one to one; proprio l'interattività e la ricerca della fidelizzazione del cliente sono tra i principali obiettivi del nuovo marketing bancario, che proprio nuovo non è poiché sono già diversi anni che si sta sperimentando e utilizzando con successo in alcune realtà.

In questa logica di gestione, cresce sempre di più l'importanza delle informazioni sui clienti, sulle notizie che riguardano i trend passati della clientela e dei settori di appartenenza, ma anche sulle previsioni future; le informazioni, infatti, non devono essere qualcosa di statico e di “vecchio”, ma devono essere senza sosta aggiornate con criterio e sempre di più in grado di prevedere i possibili andamenti futuri dei mercati di riferimento. Inoltre, le notizie e i dati hanno la necessità di essere catalogati e utilizzati nella maniera più corretta, altrimenti perdono la loro importanza e l'utilità che possono fornire ai processi decisionali dei piani commerciali.

tratto dalla tesi di laurea di Alma Laratro, dal titolo
LA COMUNICAZIONE ESTERNA NEL WEB BANKING
2003 - Università di Roma Tre

Puoi vedere l'indice completo, cliccando qui.

tesi di laurea della dott.ssa Alma Laratro