QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon12May200311:00
3.5.1. L’esperienza della Banca CARIGE S.p.A.
Il bilancio sociale 2001 è la prima esperienza di Banca CARIGE S.p.A. in fatto di comunicazione della propria responsabilità sociale, che viene affrontata sulla base del modello di redazione predisposto da ABI e da IBS. La ex Cassa di Risparmio si auspica di continuare a redigere il documento su base annuale completandolo ed arricchendolo di particolari in futuro, richiedendo anche il parere di una società di revisione, come avviene per il tradizionale bilancio d’esercizio.
Il documento si articola in quattro parti.

La prima si occupa di descrivere l’identità aziendale nei punti indicati dallo schema di riferimento: la storia, il contesto di riferimento, i valori che possono essere desunti da usi e consuetudini adottati in materia comportamentale, la missione, l’assetto istituzionale ed organizzativo, il disegno strategico e le scelte qualificanti.

La seconda sezione è volta a fornire i dati triennali relativi al conto economico e allo stato patrimoniale, opportunamente riclassificati, in modo da evidenziare il processo di formazione del valore aggiunto e la sua distribuzione “tra tutti coloro che hanno un rapporto di scambio con la Banca” (Banca CARIGE S.p.A., 2002, p. 12). Oltre ai normali indici richiesti dal modello nazionale, vengono inseriti alcuni indicatori di borsa (Earning per Share, Price/Erning e Price/Book), presi come riferimento nell’analisi della performance dei titoli delle società quotate. Il valore aggiunto viene ripartito tra i diversi stakeholders nel seguente modo (Figure 3.9. e 3.10.):


Figura 3.10. - Distribuzione del valore aggiunto di Banca CARIGE S.p.A. in percentuali (dati anno 2001)


Fonte: Banca CARIGE S.p.A. (2002), p. 18



Figura 3.11. - Distribuzione del valore aggiunto di Banca CARIGE S.p.A. in miliardi di Lire (dati anno 2001)


Fonte: Banca CARIGE S.p.A. (2002), p. 18


La relazione di scambio sociale si compone di sette punti: risorse umane, azionisti/soci, clienti, fornitori, sistema finanziario ed altre istituzioni, Stato/enti locali, collettività. Interessante, a tale proposito, il grado di soddisfazione della clientela privata, di cui il 79% attribuisce un voto superiore a 7/10 per il trattamento riservato, mentre l’87% assegna lo stesso voto per la disponibilità e cortesia del personale di agenzia.

Il proposta di miglioramento chiude il documento dove CARIGE S.p.A. si prefigge l’obiettivo di realizzare un sistema di ricerche socio-economiche di tipo qualitativo e quantitativo, da differenziare a seconda degli stakeholders, consultati attraverso campioni rappresentativi.


Torna all'indice

tratto dalla tesi della dott.ssa Elisabetta SCALA
LA RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA
E IL BILANCIO SOCIALE NELLE AZIENDE DI CREDITO
Università di Genova - Facoltà di Economia - 28/01/2003