QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed19Mar200311:00
1.6.1. La norma Social Accountabiliy 8000
Il fenomeno della globalizzazione dei mercati, come si è detto in precedenza, allarga i confini di riferimento per le singole imprese, rendendo possibili scambi di merci e avvicinando culture, stili di vita e abitudini, e inoltre esorta le organizzazioni internazionali a definire modelli di comportamento uniformi – non solo economici – a difesa del benessere dell’umanità. In questo senso si sono diffusi negli ultimi anni sistemi di certificazione a carattere volontario , che si propongono di creare modelli di comportamento unitario e di diffondere un modo di operare etico nelle imprese, le quali, ovunque situate e di qualsiasi dimensione, sono tenute ad osservare criteri di responsabilità sociale adottando un comportamento consapevole del valore degli individui e basato sull’osservanza dei diritti umani.

La noma Social Accountability 8000 (SA 8000) incoraggia le imprese a sviluppare, mantenere ed applicare modelli di comportamento orientati al bene comune. Questo codice internazionale di condotta etica è nato negli Stati Uniti il 15 ottobre 1997 su iniziativa del Council of Economic Priorities (CEP) , e più precisamente di un suo organo interno, il Council of Economic Priorities Accreditation Agency (CEPAA). Questa normativa specifica i requisiti di responsabilità sociale che permettono ad un’azienda di “sviluppare, mantenere e rafforzare politiche e procedure per gestire le situazioni che essa può controllare o influenzare e di dimostrare alle parti interessate che le politiche, le procedure e le prassi sono conformi ai requisiti della presente normativa” . In questo senso, risponde all’esigenza dell’impresa di esercitare un controllo sull’universo dei propri fornitori, che si presenta come un compito molto complesso, rispetto a quello di sorvegliare i comportamenti dei propri collaboratori e rappresentanti, dal momento che essa non possiede diritti di proprietà e non partecipa direttamente alla gestione delle aziende fornitrici di beni e di servizi. Le relazioni dell’opinione pubblica, infatti, dimostrano come la dimensione etica e sociale dell’attività imprenditoriale non possa prescindere dal rispetto di condizioni moralmente accettabili lungo tutto il processo produttivo, e non soltanto all’interno delle mura dell’impresa.

La norma afferma che l’azienda deve osservare le leggi nazionali e le altre leggi vigenti , ed incorpora una serie di valori formulati dai più importanti documenti internazionale in materia di lavoro e di diritti dell’uomo, basti citare alcune convenzioni dell’International Labour Organzation (ILO) sul lavoro obbligato e vincolato (ILO Convenzioni 29 e 105), sulla libertà di associazione (ILO Convenzioni 87) e sulla trattazione collettiva (ILO Convenzioni 98) , la Dichiarazione Internazionale dei Diritti Umani e la Convenzione Internazionale dell’ONU sui diritti del bambino.

L’azienda interessata all’ottenimento del riconoscimento SA 8000 deve rispettare le procedure e gli standard di comportamento nelle seguenti otto aree:
1) lavoro infantile;
2) lavoro obbligato;
3) salute e sicurezza dei lavoratori;
4) libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva;
5) discriminazione;
6) procedure disciplinari;
7) orario di lavoro;
8) livello salariale minimo.

A queste otto categorie si aggiunge un criterio che si caratterizza come una meta per l’impresa, denominato dalla stessa norma “sistema di gestione”, che impone la predisposizione di una serie di procedure organizzative per assicurare il mantenimento - da parte dell’impresa - dei requisiti previsti dallo standard. I criteri su cui pone le basi sono la politica aziendale, il riesame del management, la nomina dei rappresentanti, l’attività di pianificazione e implementazione, il controllo dei fornitori, l’individuazione delle problematiche e delle azioni correttive, la comunicazione esterna e le registrazioni. Per ciascuna di esse la norma SA 8000 espone i requisiti obbligatori e facoltativi da rispettare.

Infine, come ha osservato Geoffrey Chandler, presidente di Amnesty International, “SA 8000 è un importante meccanismo per far sì che le pratiche del mondo degli affari si allineino sempre di più ai valori della società – fattore determinante per accrescere la reputazione d’impresa al giorno d’oggi. Attraverso l’auditing di elementi aggiuntivi rispetto ai criteri finanziari, SA 8000 permetterà alle imprese di dare, per la prima volta, un significato concreto di “stakeholders”, e non una semplice adesione formale vuota di contenuti” .

tratto dalla tesi della dott.ssa Elisabetta SCALA
LA RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA E IL BILANCIO SOCIALE NELLE AZIENDE DI CREDITO
Università di Genova - Facoltà di Economia - 28/01/2003



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it