QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

In quest’ultimo capitolo prenderemo in considerazione il concetto di Autorità Indipendente per poi tentare di dipanare la complicata situazione in cui si trova la Banca d’Italia ai fini della sua configurabilità come tale; ho ritenuto opportuno inserire, in questo capitolo, un breve excursus sulle esperienze di statunitensi nonché prendere in considerazione quanto accade negli ordinamenti europei.

Quest’excursus non sarà certamente prolisso, ma cercherà di essere il più esauriente possibile.

Come è stato chiaro, la Banca d’Italia ha subito le profonde modifiche, di cui ho riportato nei due precedenti capitoli, e questo ha portato alla necessità di rivederne il suo inserimento nella categoria in oggetto, cercando di attribuire rilevanza ad un aspetto cui precedentemente non era preso in considerazione ai nostri fini, in altre parole quello della Vigilanza sul sistema creditizio interno.

Oggetto di questa mia analisi, sarà proprio quello di valutare se essa sia qualificabile come A.I. oppure se proprio i mutamenti di cui sopra non l’abbiano allontanata dal modello tradizionalmente inteso.

Vai all'indice

LA BANCA D'ITALIA COME AUTORITA' INDIPENDENTE - tesi di laurea di Pierrenzo Noventa (Univ. di Parma)



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it