QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sat09Aug200820:53
Cani, gatti, treni e traghetti. Come trasportarli
Lasciare l'amico cane, o il gatto, a casa, da un parente o in pensione durante il periodo delle ferie? Neanche per sogno, perche' anche chi prende il treno o il traghetto puo' portare il proprio fido, o il proprio micio, a determinate condizioni. Vediamo i casi.

* Treno: muniti di guinzaglio e museruola i cani possono sistemarsi nei compartimenti o, in mancanza di questi ultimi, nelle piazzole all'inizio e fine di ogni vagone (1), gratuitamente se in appositi contenitori (2).

E' possibile anche la sistemazione in vagone letto o nelle cuccette, purche' il compartimento sia acquistato ad uso esclusivo; la sistemazione e' gratuita per cani o gatti in appositi contenitori e dietro pagamento per cane di grossa taglia (prezzo fisso 5 euro). Su tutti i treni prenotabili (3) e' necessario prenotare il viaggio facendo richiesta per il trasporto dell'animale. Da ricordare che i cani per i ciechi sono sempre ammessi gratuitamente.

* Traghetti: le sistemazioni sono diverse in relazione al tipo di compagnia di navigazione. Alcune posseggono un piccolo canile, altre consentono Fido al seguito, limitando pero' la permanenza a determinati spazi; in questo caso e' obbligatorio il guinzaglio e la museruola. Sia nella prima che nella seconda sistemazione e' previsto il pagamento del biglietto. Non e' consentito invece portare cani nelle cabine.

(1) Solo per Regionali, Intercity, Intercity Plus, Eurostar City Italia, Espressi ed Intercity Notte. Pagamento fino ad un importo massimo di 5 euro.

(2) Solo per Eurostar Italia effettuato con materiale ETR 460, ETR480 e ETR500, Eurostar Italia Alta Velocita', Treno TBiz.

(3) Espressi, Intercity, Intercity Plus, Intercity Notte, AV, ES, City, TBiz.

www.aduc.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it