QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Consumers International - federazione internazionale delle associazioni dei consumatori - ha denunciato in un recente studio il rispetto generalmente poco Consumers International - federazione internazionale delle associazioni dei consumatori - ha denunciato in un recente studio il rispetto generalmente poco diffuso della normativa sulla privacy da parte dei siti web americani ed europei; in particolare, pur contando su regole più rigide in materia, la situazione nel vecchio continente sarebbe addirittura peggiore di quella riscontrata negli USA. Un`indicazione, questa, che del resto s`inserisce appieno in una linea di dibattito molto accesa tra gli utenti della Rete, non ultimi quelli italiani, i quali - sempre più assillati da moduli e questionari di aziende che spesso tendono a gettare fumo negli occhi, più che a garantire la privacy - mostrano segnali di forte preoccupazione verso questo fenomeno. La stessa Consumers International sta esercitando una forte pressione sui governi per la creazione di un`autorità internazionale di controllo e per l`applicazione delle normative vigenti. L`orientamento che giunge dal Web, dunque, è abbastanza chiaro ed è molto probabile che, se accolto dalle autorità competenti, andrà ad incidere in modo importante sulle modalità di reperimento online di informazioni private. Per i siti di ecommerce che non si attengono alle regole, insomma, si prospettano tempi duri.

Fonte: Newsletter Praxa
http://praxa.it/euroweb.php/showArticle?__art=3641&uid=m9QSCDo6KGzC80XU



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it