QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu15May201412:04
Come il nostro computer ci manipola. Profili dettagliati (3/8)
Per cablare, i pubblicitari creano i cookie con altri dati raccolti su Internet. Il vostro indirizzo IP (Internet Protocol, che identifica e localizza il vostro computer), la vostra abituale lingua, le vostre richieste sui motori di ricerca, il modello del vostro computer e del vostro navigatore, il tipo della vostra carta di credito.. 
Se voi avete comunicato i vostri dati -facendo un acquisto e compilando un questionario- essi saranno ugualmente sfruttati. Talvolta i vostri dati Internet saranno incrociati con altri, provenienti da un mondo reale -rilevati dalle carte bancarie, ticket delle casse, spostamenti del vostro cellulare...
La societa' Acxiom, specializzata nell'incrocio di cookie e dei dati ottenuti attraverso altri mezzi, vende alle aziende pubblicitarie dei profili calcolati in base a 150 criteri, tra i quali “cucire”, “ospitare un genitore anziano” o “possedere un gatto”. Un file con i dati di base di mille persone, e' venduto in media a 60 centesimi, ma il prezzo puo' salire a 250 euro per dei profili dettagliati -come, per esempio, per un laboratorio farmaceutico, una lista di adulti obesi che hanno gia' acquistato dei prodotti per dimagrire. Questi dati sono resi anonimi poiche', per cablarvi, i computer non hanno bisogno del vostro nome -e' sufficiente la conoscenza dei vostri guadagni, la vostra lista dei desideri, i vostri bisogni, il vostro sesso, la vostra eta', il vostro mestiere, i vostri passatempi, la vostra origine etnica, il vostro codice postale, le vostre malattie, la vostra situazione famigliare, la vostra abitazione, la vostra automobile, la vostra religione, i vostri viaggi...
La cablatura serve a modificare il prezzo di un prodotto in funzione del vostro profilo. Quando un sito di viaggi vede che voi consultate un comparatore di prezzi, abbassa i propri prezzi per allinearsi a quelli dei suoi concorrenti, salvo poi recuperare il dovuto sulle “spese del servizio”. Se voi vi connettete con un computer del valore di 3.900 euro, il sito vi proporra' delle camere d'albergo piu' costose che non se vi connettete con un computare che vale 300 euro. La libera scelta del consumatore, apparentemente moltiplicata grazie alla potenza dell'informatica, pare infatti diminuita. L'uomo informatizzato avrebbe accettato di farsi dominare dalle macchine, con il solo scopo di fare degli acquisti in modo meno faticoso?
“Noi consentiamo che le tecnologie ci modellino”







(tratto da un articolo di Yves Eudes, pubblicato sul quotidiano Le Monde del 14/04/2014)