QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue09Mar201021:00
Il CNR cerca giovani talenti delle innovazioni tecnologiche
Si chiama "Inv- Factor" sull’onda di un popolare programma televisivo molto seguito dai giovani, ed è una competizione (www.invfactor.cnr.it), lanciata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dedicata ai giovani talenti dell’innovazione tecnologica.

Destinatari, gli studenti tra i 15 e i 19 anni, in particolare degli Istituti tecnici, che sotto la guida degli insegnanti abbiano realizzato tecnologie, scoperto nuove idee, sperimentato nei laboratori.

"Inv- Factor" fa seguito al successo ottenuto l’anno scorso dalla "vetrina delle invenzioni" realizzate da ragazze e ragazzi di alcuni Istituti tecnici industriali di Roma e provincia, allestita nell’ambito di "Light–accendi la luce sulla scienza", l’evento organizzato annualmente a Roma dal Cnr per avvicinare i giovani alla ricerca scientifica.

Al fine di dimostrare che la scuola è anche una fucina di innovazione tecnologica, per "Light 2010" la "vetrina" è stata ampliata, invitando a partecipare tutti gli Istituti tecnici d’Italia.
Entro il 30 marzo i ragazzi, con l’aiuto dei docenti, collegandosi al sito web, potranno iscriversi alla gara, descrivendo la tipologia dell’invenzione da presentare. Gli iscritti dovranno produrre, entro il 15 maggio e sempre online, un filmato di pochi minuti e una scheda più dettagliata per illustrare le tecnologie realizzate.

Saranno i ricercatori del Cnr, poi, a selezionare una rosa di "inventori" che parteciperanno ad una giornata di presentazione che si terrà in settembre a Roma. Durante quest’esposizione la stessa commissione "eleggerà" le tre invenzioni migliori, che saranno premiate nel corso della conferenza stampa di "Light 2010". Il pubblico potrà poi ammirarle e sperimentarle durante la kermesse scientifica, che avrà luogo sempre in settembre, in uno spazio loro dedicato.

"Catturare e coltivare talenti e intelligenze giovanili per immetterli quanto più precocemente possibile nel sistema-ricerca italiano", spiega Rossella Palomba, responsabile del progetto "Light" del Cnr, "è un’azione importante nell’ambito della ricerca scientifica nazionale, penalizzata non solo dall’insufficienza delle risorse finanziarie, ma anche dal progressivo allontanamento dei ragazzi dalle discipline scientifiche. Iniziative in grado di dare fiducia alle potenzialità inventive dei giovani appaiono dunque quanto mai opportune. "Inv-Factor", annuncia la ricercatrice, "sarà veicolato anche tramite le reti sociali per raggiungere i ragazzi e gli istituti che abbiano voglia e capacità di partecipare".

L’iniziativa, che si ispira a quella dell’Istituto giapponese per l’invenzione e l’innovazione e all’"International Exhibition for Young Inventors", è la prima del genere in Italia. "Ma già nell’edizione dello scorso anno la vetrina organizzata per "Light" ha dimostrato quanti giovani talenti siano presenti nelle nostre scuole", conclude Palomba, "in particolare, il lampione ‘anti-stupro ideato da una studentessa è stato accolto con grande interesse da pubblico e mass media".



 

Fonte: www.agenziaaise.it