QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il prossimo autunno l'azienda lancerà sul mercato una tecnologia per i display che promette consumi più bassi dell'epaper e migliori frequenze di refresh. Già in mostra un prototipo da 6 pollici.

Prototipo mirasolLa tecnologia mirasol (con la "m" rigorosamente minuscola), con cui Qualcomm promette di produrre display dai consumi persino più bassi di quelli e-ink, debutterà sul mercato a partire dal prossimo autunno. Ad annunciarlo è stata la stessa Qualcomm, che presso l'evento MobileFocus Global 2010 in quel di Barcelona ha mostrato anche un prototipo di ebook reader multimediale basato sulla sua giovane tecnologia.

Mirasol utilizza una tecnica riflettente, chiamata interferometric modulation (IMOD), che si avvale di sistemi microelettromeccanici (MEMS) per imitare la luminescenza tipica delle ali delle farfalle e di altri insetti. In parole spicciole, gli ingegneri di Qualcomm hanno copiato - o come direbbero i biologi, biomimato) - la struttura molecolare del pigmento delle farfalle per creare un nuovo tipo di display che, come quelli e-ink, consuma energia esclusivamente nei cambi d'immagine.

Rispetto alle odierne tecnologie epaper, però, mirasol promette di consumare meno e di fornire velocità di refresh significativamente maggiori, rendendola adatta anche ai dispositivi multimediali. Oltre a ciò, il chipmaker americano sottolinea come mirasol nasca a colori, là dove e-ink è approdato alla multicromia solo in tempi relativamente recenti.
Il prototipo di ereader mostrato da Qualcomm ha uno schermo piuttosto piccolo, pari a 5,7 pollici, e una risoluzione di 1024x768 pixel. La tecnologia touch screen è di tipo capacitivo. SlashGear, che ha potuto provare per qualche minuto il dispositivo, afferma che "i risultati sono sorprendentemente buoni", e che sebbene il pannello montato da questo ereader non sia in grado di tenere il passo dei video a 30 FPS, Qualcomm avrebbe già pronti schermi mirasol capaci di farlo.

Ma i dubbi relativi a questa giovane tecnologia sono ancora tanti. In un articolo dello scorso gennaio, Betanews si chiedeva ad esempio quale livello di affidabilità ci si possa aspettare dai display mirasol, soprattutto quando utilizzati all'aria aperta, in ambienti polverosi o in presenza di cariche elettrostatiche, oppure quando guardati attraverso un paio di occhiali polarizzati. Per farsi largo nel segmento degli ebook reader e dei tablet, Mirasol dovrà dimostrare di essere altrettanto affidabile e versatile delle tecnologie e-ink e OLED.



 


Fonte: Alessandro Del Rosso - http://punto-informatico.it




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it