QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri06Nov200921:00
La notizia è confermata: Google ha preparato un’applicazione per la navigazione turn-by-turn, anche se è ancora in Beta (ma ricordate Gmail?). Sfrutta tutte le tecnologie di Google, come Street View e la visione satellitare, oltre alla ricerca vocale. Ecco quello che c’è da sapere.

• Dove e quando: per il momento è destinata solo ad Android 2.0 e sarà disponibile quando i dispositivi con la nuova versione dell’OS usciranno. Non a caso Google ha fatto la demo dell’applicazione su un Moto Droid. Il supporto da altre piattaforme sarà annunciato dai “carriers e dai produttori di telefoni” quando sarà pronto, ma Google ha fatto intendere di stare lavorando a stretto contatto con Apple in questo momento.

• Come si fa a dirgli dove andare: Gli indirizzi vengono inseriti sia con il testo che a voce. Ma l’applicazione può prendere cose come i nomi dei ristoranti o richieste come “quel museo dove c’è la mostra di Picasso” e generare una lista di luoghi suggeriti.

• Traffico: I dati del traffico, come su Google Maps, arrivano da diverse fonti. In genere significa che arrivano dalle autorità locali preposte al traffico, ma non solo.

• Prezzo: E’ gratis e non c’è pubblicità. Non c’è nulla del genere, nell’App Store, che non costi almeno 25$ l’anno.

• Voce Turn-by-turn: per il momento c’è solo una voce in inglese, ma sfrutta il text-to-speech e legge i nomi delle strade.

• Funziona offline? Più o meno. Crea una cache delle mappe del percorso che avete richiesto, quindi, anche se la connessione cade lungo la strada, avrete ancora le indicazioni che servono e anche la sintesi vocale dei nomi delle strade text-to-speech continuerà a funzionare.

• Mappe che non invecchiano mai: non avrete mai bisogno di aggiornare le mappe, ma avrete bisogno di scaricare il percorso di volta in volta, quindi avrete bisogno di copertura per la connessione nel punto da cui partite.

• Visioni uniche: ha la visione satellitare, che è davvero niente male su un navigatore, ma in più ha anche Street View. Quando si suppone che dobbiate girare, arriva l’immagine da Street View sovrapposta e con le frecce.

• UI del traffico: L’icona del traffico è semplice: verde, gialla o rossa a seconda del livello di traffico rilevato, con l’ora stimata del vostro arrivo accanto all’icona stessa. Se cliccate sull’icona del traffico, la mappa fa uno zoom out per mostrare i punti di ingorgo lungo il percorso.

• Percorsi con più destinazioni? Non c’è modo di stabilire tappe o destinazioni multiple, ma potete cercare ciò che vi serve e trovarlo lungo la strada (luoghi dove mangiare, stazioni di servizio etc).

• Navigare verso un punto sulla mappa: Potete dire all’applicazione di navigare verso una destinazione mostrandola sulla mappa e tenendo il dito premuto su quel punto.

• Integrazione con l’OS: Potete scegliere delle posizioni come bookmark e farle diventare icone sulla schermata di home del vostro telefono Android.

• Livelli? I dati sulla mappa, come il traffico, la visione satellitare e i punti di interesse, vengono chiamati “livelli”. Google ha dichiarato che sarà semplice aggiungere altri livelli, probabilmente per aggiungere cose come il supporto per Google Latitude o altre opzioni. Forse apriranno un’API per questo.

• Interfacce diverse per diverse cisrcostanze di uso: C’è sia la modalità landscape che portrait oltre che un’interfaccia con icone grandi per l’uso cruscotto.



www.gizmodo.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it