QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Si chiama "PEC", che sta per Posta Elettronica Certifica, ed è l’ultima innovazione che in Italia la Pubblica Amministrazione mette a disposizione dei cittadini, delle istituzioni e delle imprese per migliorare i servizi e agevolare la vita di tutti i giorni e di cui è stata avviata la sperimentazione con due protocolli, sottoscritti con INPS e ACI.

La PEC è stata presentata a Roma dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, in concomitanza con la firma, a Palazzo Vidoni, dei due protocolli da parte del Ministro e dei presidenti dell’INPS, Antonio Mastrapasqua, e dell’ACI, Enrico Gelpi.

La Posta Elettronica Certificata fa parte di una serie di "azioni sinergiche" che il Ministro Brunetta sta concretizzando nei piani E-Gov2012 e I-2012 ed i cambiamenti organizzativi che essa rende possibili portano a un risparmio di tempo, a una riduzione di costi e a un significativo impatto sociale. La PEC assegna infatti a un messaggio di posta elettronica lo stesso valore di una raccomandata con avviso di ricezione tradizionale. In questo modo, si riducono i tempi di disbrigo delle pratiche e i costi di produzione dei servizi, dal momento che ogni cittadino potrà utilizzare questo nuovo strumento per dialogare in modo sicuro, esclusivo e non oneroso con la Pubblica Amministrazione, ad esempio per l'invio e la ricezione di pratiche e certificati, e con le Aziende, per l'attivazione di contratti o comunicazioni ufficiali. E ciò sarà possibile in tutti i casi in cui sia necessario dare valenza giuridica alle comunicazioni.


Significativa la scelta dei due Enti che per primi hanno firmato un protocollo: l’Inps, con cui si tengono i rapporti che attengono alla vita previdenziale del cittadino, e l’ACI, ente in stretta relazione con il mezzo con cui principalmente si muovono le famiglie italiane.

Il presidente dell’INPS, Mastrapasqua, che ha partecipato alla conferenza stampa del ministro Brunetta, ha ribadito le potenzialità della PEC di rendere più efficiente la pubblica amministrazione. "L'Inps" ha sottolineato "conta di trasformare i 3 milioni di Pin consegnati ai propri utenti in Pec e di convertire le oltre 70 milioni di lettere inviate ogni anno in altrettante caselle certificate. In questo modo potremo rendere al cittadino un servizio più efficiente, offrendo report mensili delle singole Posizioni previdenziali".

A sua volta, il presidente dell'Aci ha ricordato le modalità di accesso alla sperimentazione che prevedono che il cittadino dovrà recarsi con un documenti di identità presso uno sportello Aci dove la Pec sarà fornita in tempo reale.



www.agenziaaise.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it