QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sat25Jul200921:00
Il Cairo ospita seminario su tecnologia italiana settore plastica
L’Italia si conferma terzo fornitore dell’Egitto.

"La tecnologia italiana nel settore dei prodotti in plastica per l’utilizzo in agricoltura". Questo il titolo del seminario che ha avuto luogo il 21 luglio scorso al Il Cairo, nell’ambito dell’Intesa Operativa tra Ministero dello Sviluppo Economico, Assocomaplast e l’ Istituto Nazionale per il Commercio Estero (ICE).

Il seminario, tenuto da un esperto selezionato da Assocomaplast, Pierino Reina, e’ stato focalizzato sulla tecnologia di produzione dei film in plastica per la copertura delle serre e dei tubi per irrigazione. In considerazione dello sviluppo dell’agricoltura egiziana, il seminario e’ stato seguito con molta attenzione e 123 operatori vi hanno preso parte in rappresentanza di 92 aziende del settore. Ad aprire i lavori e’ stato l’ambasciatore d’Italia al Cairo, Claudio Pacifico, insieme al direttore dell’ufficio ICE del Cairo, al sottosegretario all’Innovazione, Tecnologia del ministero dell’Industria, Hany Baraket e al presidente dell’Associazione di Categoria Egiziana (Chamber of Chemicals), Sherif El Gabaly.

In base ai dati Istituto di Statistica egiziano (CAPMAS), L’Italia ha una quota del 20% del mercato egiziano delle macchine lavorazione plastica, con un export che ha raggiunto, nel 2008, il valore di 19 milioni di dollari USA. Il mercato vede la prevalenza di tecnologia cinese a basso costo e, con valori di poco superiori a quelli dell’Italia, di macchinari tedeschi.

Il settore della plastica, nelle sue diverse applicazioni, è quello del manifatturiero egiziano che si sta sviluppando più velocemente (circa 10% l’anno), in seguito alla crescita delle attività legate all’industria dell’edilizia, alimentare e dell’agricoltura.
Nel 2008 l’Italia e’ stata il terzo fornitore dell’Egitto, alle spalle di Stati Uniti e Cina con un export di 2,9 miliardi di euro. Secondo i dati del primo trimestre 2009 l’export italiano sembra "tenere", con una lieve diminuzione (-5%) rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, per un valore di 620 milioni di euro.

www.agenziaaise.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it