QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sat21Mar200913:43
Olanda: illegali certe copie private
Si appellavano al diritto alla copia privata per giustificare certe operazioni commerciali ma i giudici hanno dato loro torto: quando si opera una copia di materiale ottenuto illecitamente, la copia privata non è consentita ed ogni copia è anzi ulteriore distribuzione illegale.

Ad informare sulla decisione dell'Alta Corte de L'Aia, in Olanda, è la NVPI, l'organizzazione olandese che si occupa di difendere i diritti dell'industria dell'intrattenimento. Si tratta di una sentenza che nasce infatti da un caso legato all'equo compenso e portato avanti dai produttori ed importatori di supporti ottici vergini, sui quali in Olanda come in Italia grava la controversa imposizione.

Secondo la Corte, dunque, i precedenti orientamenti espressi anche a livello governativo sono errati, perché in conflitto con la direttiva europea sul copyright, la famigerata EUCD, secondo cui non vi sono dubbi che l'eccezione della copia privata, ciò per cui è previsto l'equo compenso, non valga nei casi di riproduzione di materiali illegali.

Si dice felice della decisione la stessa NVPI, secondo cui "le copie private sono consentite soltanto se limitate a casi eccezionali, se non danneggiano il normale sfruttamento commerciale delle opere e se non sono inique per chi detiene i diritti d'autore".

http://punto-informatico.it