QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed06Jul200500:10
L'Asia - Pacifico colpita dal furto di dati USA
Le banche emittenti di carte nell'area Asia-Pacifico sono state colpite dal recente furto di dati riguardanti 40 milioni di carte ai danni del gestore americano CardSystems, in quella che probabilmente è la più grande infiltrazione informatica della storia.
Visa e MasterCard hanno avvertito che i possessori di carte che abbiano effettuato transazioni legli USA tra il settembre del 2004 e l'inizio di giugno di quest'anno, di persona, online o via telefono sono i più esposti al rischio.
Tra i paesi colpiti, Singapore, Giappone, Australia, Hong Kong, Cina e Nuova Zelanda; le banche locali affiliate ai due colossi dei pagamenti sono comunque già al lavoro per sostituire le carte colpite.

Secondo le stime, ad esere a rischio sono 483.000 carte emesse dalle banche dell'area; a Singapore alcune banche, tra cui United Overseas Bank, Development Bank and Overseas Chinese Banking Corporation hanno dichiarato che ad essere coinvolte sono circa 10.000 carte Visa e 9.000 MasterCard, la cui riemissione sarà gratuita.

In Giappone, le perdite ammontano finora a 37 milioni di Yen. Per quanto concerne la Nuova Zelanda, dei 12.000 conti Visa coinvolti dalla 'breccia informatica' quelli seriamente compromessi dovrebbero essere solo 600; nella vicina Australia le potenziali vittime potrebbero invece essere 80.000.

Ironicamente, CardSystem avrebbe presto dovuto sostenere l'audizione annuale per il PCI (Payment Card Industry Data Security Standard) per la sicurezza presso merchant o gestori, dopo aver ottenuto la certificazione nel giugno dello scorso anno. Marcello Berlich



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it