QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu03Jul200308:10
Gli SMS catalizzano gli M-payments
Le iniziative di successo nel campo dei mobile payments "dipendono da come effettivamente merchants, istituzioni finanziarie e operatori possano progettare i servizi di m-payments per soddisfare i loro differenti bisogni."

E’ l’opinione di Ashley Ward, di Upaid, che continua: "Se gli m-payments vengono resi più facili dei pagamenti mediante carte di credito o debito, i consumatori non avranno esitazioni nell’adottarli come mezzi di pagamento preferiti."

Secondo la Ward, la ricarica via SMS dei cellulari effettuata attraverso un conto di carta di credito o debito è un "punto di partenza ideale" nel rendere i consumatori avvezzi ad usare i propri cellulari come strumenti di autorizzazione alle transazioni.

Gli operatori possono inoltre sviluppare servizi di ricarica prepagata come strumento per il pagamento di bollette tramite SMS per incoraggiare la clientela ad utilizzare i propri telefoni come canale di pagamento, prima di utilizzare sistemi di pagamento più sofisticati.

"La via naturale per fare tutto ciò è incoraggiare gli m-payments attraverso l’uso dell’SMS".

Sia le banche che gli operatoti telefonici sono consapevoli che gli m-payments necessitano di applicazioni che "non richiedano cambiamenti radicali nel modo in cui i consumatori effettuano i loro pagamenti"; le banche vedono gli m-payments come un modo di "convertire le transazioni di denaro liquido in transazioni mediante carte", mentre obbiettivo primario dei circuiti di carte è "attrarre utenti del prepagato come nuovi potenziali possessori di carte".

Per massimizzare il mercato potenziale dei servizi per i pagamenti mobili, tutti i soggetti in gioco nella catena del valore devono fissare le responsabilità per i rischi finanziari, delineare i margini per il processo degli m-payments e focalizzarsi sull’interoperabilità.

by Marcello Berlich