QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sun01Mar200917:17
Gruppo femminista francese osteggiato in Marocco
Il gruppo francese per i diritti delle donne “Ni Putes Ni Soumises” (“Né Prostitute né Sottomesse”), creato cinque anni fa per combattere la violenza sulle donne all’interno delle comunità musulmane di immigranti, ha annunciato la prossima apertura di una sede in Marocco.

Il gruppo fino ad oggi si è occupato principalmente di matrimoni forzati e abusi perpetrati in particolar modo contro donne immigranti.

Il suo arrivo in Marocco, paese nel quale legalmente uomini e donne sono uguali da appena cinque anni, non è però stato accolto positivamente dal governo del paese. Il Ministro dell’Interno, secondo quando riportato da Maghrebia, ha dichiarato che l’organizzazione verrà bandita in Marocco, dato che, nonostante il lavoro rispettabile svolto in Francia, il suo approccio non corrisponde a quello adottato in Marocco per affrontare le problematiche associate alla situazione delle donne. Sembra che ad essere problematico sia anzitutto il nome dell’associazione. Il Presidente dell’organizzazione, Sihem Habchi, si è comunque detto pronto a continuare nel suo progetto e ha criticato le parole del Ministro dell’interno marocchino, ricordando tra l’altro che la sua organizzazione deve ancora presentare la domanda ufficiale per l’apertura di una sede nel paese.



Ameriga Giannone



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it