QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Parte oggi, primo luglio, la rivalutazione della moneta nazionale romena: 10 mila lei (ora 27 euro centesimi) sono sostituiti da un nuovo leu pesante. Per Mugur Isarescu, governatore della Banca Centrale romena (Bnr), ciò significherà la fine di un periodo caratterizzato da un altissimo tasso d'inflazione e da un programma ambizioso di riforme del mercato finanziario del Paese balcanico. Secondo Isarescu la Romania potrà tornare ad una quota d'inflazione del 2- 3% nell'arco di tempo 2007-2008.

La rivalutazione, ha assicurato il governatore, non comporterà nessun rischio per la Romania; anzi, tutte le operazioni commerciale saranno semplificate al massimo, il prestigio della moneta nazionale romena aumenterà ed il passaggio all'euro diventerà più facile.

Il 2005 significa per la Romania anche la liberalizzazione quasi totale del movimento dei capitali a seguito della decisione della Bnr di permettere ai stranieri o a banche estere senza succursali o filiali in Romania il libero accesso alle transazioni interbancarie. Informest



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it