QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu10Jun200400:10
Crimine informatico e rischio - fiducia per le carte di credito
La fiducia dei clienti, il maggior vantaggio di banche e compagnie di carte di credito, sta diventando sempre più difficile da conservare, con la crescita delle transazioni via Internet e la conservazione online dei dati del cliente.

Secondo Gartner Group, l’industria delle carte di credito prevede nei prossimi anni una crescita atre cifre nei problemi di sicurezza, vista la determinazione con la quale la criminalità informatica cerca di penetrare i sistemi e la crescente capacità di virus e ‘trojan’ di identificare e conservare passwords e altri dati.

Per questo motivo, Visa e MasterCard stanno lavorando per rinforzare la sicurezza presso i punti vendita ‘reali’ e processori di dati con gli standard ideati per l’eCommerce.

Inizialmente solo i più grandi merchants online di Visa hanno dovuto conformarsi alle sue politiche di sicurezza, dato che le transazioni online erano ritenute le più vulnerabili agli hackers; da allora, Visa ha esteso il suo ‘Cardholder Information Security Program’ a tutti gli e-tailers che accettano le sue carte, e aprtire dal settembre di quest’anno tutti merchant che accettano le carte Visa dovranno aderire al programma.

L’approccio di MasterCard si differenzia sottilmente tra il programma di protezione dati del suo sito web e il programma Securcode per le transazioni online, mentre ai third parties è raccomandata la protezione dei dati dei clienti in possesso dei merchants.

Secondo Avivah Litan (VP di Gartner) quella di criptare i dati delle carte di credito, pratica adottata dal 10% delle aziende americane, non è una risposta, visto che i processi ‘data-intensive’ rallentano la verifica e la gestione dei dati, problemi che potrebbero portare alla perdita di clienti.

Per John Pescatore (anch’esso di Gartner) le chiavi di encrittazione dovrebbero essere disponibili per un facile accesso da parte dell’utente finale senza il rischio di danneggiare il sistema.

Infine, non esistono soluzioni ‘a prova di proiettile’ contro il furto di ID e altri dati dei clienti, il che porta le aziende a richiedere soluzioni e livelli di sicurezza multipli per difendere meglio sé stessi contro un rischio ancora non quantificato.

Bank Systems Online - by Marcello Berlich



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it