QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il decreto non interviene nemmeno a limitare il tipo di contraente (che potrà quindi essere un privato, un impresa, un professionista, etc.) né l'immobile (che può essere casa di abitazione, ufficio, fondo commerciale, etc.).


La disciplina civilistica applicabile è quella dell'usufrutto (art. dal 1002 al 1007 e 1012/1013), quindi:
- è necessario da parte dell'utilizzatore di fare l'inventario del bene e dare al proprietario una garanzia attraverso versamento di una cauzione (a meno che il proprietario non lo dispensi da tali obblighi contrattualmente);
- gravano sull'utilizzatore le spese, gli oneri di custodia, amministrazione e manutenzione ordinaria del bene;
- le riparazioni straordinarie sono a carico del proprietario. Tuttavia, se esse si rendono necessarie a seguito di una inadempienza dell'utilizzatore in merito alla manutenzione ordinaria, sono a carico di quest'ultimo;
- se il proprietario non esegue gli interventi straordinario o li ritarda, l'utilizzatore può procedere a proprie spese, con diritto al rimborso delle spese.



ADUC (Rita Sabelli)



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it