QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il neo-nominato CEO dello scalo Nikola Tesla di Belgrado, Saša Vlaisavljevic, ha affermato nei giorni scorsi che tra le sue maggiori priorità vi è quella di preparare l´aeroporto ad avviare voli intercontinentali a partire da fine 2015 - inizio 2016, scrive Ex Yu Aviation.

I lavori di ampliamento necessari verranno avviati a breve, completando l´opera di ammodernamento già avviata negli ultimi anni, che includerà investimenti non solo infrastrutturali, ma anche tecnologici e nel settore della sicurezza: le nuove rotte riguarderanno inizialmente Stati Uniti e Canada.

Lo scalo darà innanzitutto assistenza ad Air Serbia, la compagnia che sta crescendo più di ogni altra tra quelle che operano presso il Nikola Tesla; tuttavia va sottolineato come nel corso della prima metà dell´anno oltre il 50 per cento dei passeggeri in transito sia stata gestita da compagnie straniere.

Ad inizio estate, la United States Federal Aviation Administration (FAA) ha migliorato il ranking della Serbia, aprendo le porte ai collegamenti trai due Paesi; i voli diretti tra Serbia e Stati Uniti dovrebbero partire nella seconda metà del 2015, gestiti da Etihad; Air Serbia al momento non ha ancora confermato l´intenzione di avviare rotte intercontinentali.

Vlaisavljevic ha affermato che per il 2014 l´obbiettivo dello scalo è di superare i 4 milioni di passeggeri.



Marcello Berlich - by Ex Yu Aviation



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it