QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sat19Jun200400:10
Bloccare la vulnerabilità nei dispositivi wireless IEEE 802.11
Piattaforme, impatto, ... Esiste una vulnerabilità negli implementi hardware del protocollo IEEE 802.11 [1], che permette un attacco piccolo ma efficace contro la disponibilità dei dispositivi WLAN (wireless local area network).

Un attacco che usi un dispositivo portatile a basso potenziale e una scheda rete wireless può causare una rottura significativa a tutto il traffico WLAN raggiungibile, in un modo che rende difficile identificare e localizzare l'attacco.

La vulnerabilità è reazionata alla funzione di controllo dell'accesso (MAC) del protocollo IEEE 802.11. I dispositivi WLAN utilizzano Carrier Sense Multiple Access con Collision Avoidance (CSMA/CA), che minimizza la probabilità che i due dispositivi trasmettano simultaneamente. Fondamentale per il funzionamento della CSMA/CA è la procedura Clear Channel Assessment (CCA), che funziona grazie ad una lastra fisica.

Un attacco contro la vulnerabilità sfrutta la funzione CCA presso la lastra fisica e fa deferire la trasmissione di dati a tutti i nodi WLAN raggiungibili, per la durata dell'attacco. Durante l'attacco, il dispositivo si comporta come se il canale fosse sempre occupato, evitando la trasmissione di qualsiasi dato in rete.

Sebbene l'uso di tecnologia WLAN in aree con sistemi e infrastrutture critiche sta ancora nascendo, la crescita nella scelta di applicazioni wireless è esponenziale. L'impatto potenziale di ogni attacco effettivo può solamente crescere con il tempo.

2. Piattaforme

Dispositivi hardware che implementano IEEE 802.11 usando una lastra fisica DSSS, inclusi i dispositivi IEEE 802.11, 802.11b e a bassa velocità (sotto i 20Mbps).

Sono esclusi i dispositivi IEEE 802.11a e a banda larga (sopra i 20Mbps).

[...]



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it