QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Cambiano le abitudini degli italiani: quasi tutti possiedono un cellulare e qualcuno, il 13% della popolazione, usa soltanto il telefonino e rinuncia all'apparecchio fisso in casa.

Sono i dati che emergono dall'ultima indagine Istat “Aspetti della vita quotidiana”: il telefonino conquista tutti, soprattutto studenti, single e divorziati. Da quando esiste il telefono fisso per la prima volta nel 2002 la percentuale di famiglie che lo possiede è diminuita: dal 90,4% del 1997 all'83% dell'anno scorso. Contemporaneamente, tra il 1997 e il 2002 le famiglie italiane che possiedono un cellulare sono più che triplicate, passando da 5 milioni 784 mila a 16 milioni 659 mila, cioè dal 27,3% al 74,5% del totale. Quasi la metà delle famiglie ne ha anzi più di uno: una media del 43,8% contro l'8,5% del 1997, con un picco del 47,6% nelle regioni del Centro. Rimane tuttavia uno zoccolo duro di resistenza all'imperativo di essere sempre e ovunque reperibili: il 3,9% delle famiglie italiane non possiede né il telefono fisso né il cellulare.

Il fenomeno dell'abbandono della linea fissa a favore di quella mobile ha cominciato a fare capolino anche negli Stati Uniti, dove sono ormai 7 milioni e mezzo i cittadini, soprattutto neolaureati e giovani professionisti, che hanno optato per una comunicazione esclusivamente senza fili. Secondo la FCC, i telefoni fissi sono calati del 3% dall'anno 2000, mentre la quota di telefonini sul totale degli apparecchi telefonici presenti nel paese ha raggiunto ormai il 43%. Al momento negli Stati Uniti c'è un telefonino ogni due abitanti.

Bernabe.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it