QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Se qualcuno poteva fino a ieri pensare che la gara italiana fosse stata un totale fallimento, oggi probabilmente dovra` in parte ricredersi. Basta dare Se qualcuno poteva fino a ieri pensare che la gara italiana fosse stata un totale fallimento, oggi probabilmente dovra` in parte ricredersi. Basta dare infatti un`occhiata a quanto successo in Svizzera e in Polonia, due nazioni alle prese con la corsa alle licenze per i supercellulari della terza generazione. Nella nazione dei cantoni sono stati in quattro ad aggiudicarsi la preziosa licenza. Con un piccolo particolare. A concorrere per una licenza erano rimasti solo in quattro, dopo che gli abbandoni si erano susseguiti a raffica, costringendo il governo federale a rimandare la competizione. Alla fine per il Paese del cioccolato e degli orologi i
supercellulari hanno davvero fruttato pochi spiccioli alle casse statali. Il valore delle
quattro licenze infatti non ha superato i 205 milioni di franchi svizzeri, equivalenti a 270 miliardi di lire.

Dove invece una gara non c`e` nemmeno stata e` in Polonia. Qui il governo ha pensato bene di ritirare il bando di gara dopo che, a fronte di cinque licenze offerte, sono state presentate solo tre domande. Morale della favola: il governo ha annullato la gara e ha assegnato le licenze ai tre pretendenti.Fonte: Mia economia
http://www.miaeconomia.it



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it