QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Si è svolto nei giorni scorsi a Sarajevo un incontro tra il Primo Ministro della Federazione di Bosnia ed Erzegovina (una delle due entità che compongono lo Stato di Bosnia ed Erzegovina) e l´Ambasciatore Italiano Nicola Minasio, scrive Sarajevo Times.

Il Fondo Monetario Internazionale rivede al rialzo le prospettive di crescita dell’economia romena per quest’anno al 5,5% dal 4,2% stimato e per il 2018 si prevede un anticipo del 4,4%. È quanto emerge dal rapporto “World Economic Outlook”, riportato dall'ICE.

Si è svolto nei giorni scorsi a Washington un incontro tra esponenti del Fondo Monetario Internazionale e rappresentanti del settore creditizio greco, informa Ekathimerini. Il meeting ha offerto l´occasione per ribadire che ogni ulteriore iniezione di liquidità nel settore bancario greco sarà legata ai progressi e ai risultati degli sforzi di riduzione dei crediti non produttivi; in questo senso, sono giunte assicurazioni sull´accelerazione dei provvedimenti presi per affrontare il problema. Il Fondo continua ad essere favorevole a misure a sostegno dei capitali delle banche greche e che molti degli obbiettivi concordati con la BCE sono stati raggiunti; ogni ulteriore cambiamento sarà legato ai risultati della gestione dei crediti non performanti; nel frattempo, la Direttrice del Fondo Christine Lagade ha affermato che alla Grecia non si chiede alcuna nuova misura, ma solo l´applicazione di quanto già concordato.
Il deficit negli scambi internazionali aumenta nei primi 7 mesi del 2017 da 1,85 a 2,79 miliardi di euro. Il valore delle esportazioni è aumentato del 7,9% arrivando a 82,32 miliardi di euro, le importazioni aumentano dell’8,9% (85,12 miliardi), scrive Der Standard, riportato dall'ICE.

L’Ufficio nazionale di statistica ha comunicato che ad agosto le esportazioni e le importazioni sono cresciute rispettivamente del 18,7% e del 17,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Gli investimenti diretti esteri (IDE) hanno raggiunto in Bosnia ed Erzegovina i 122,4 milioni di BAM (marchi: 1 marco = 0,50 euro circa) nei primi sei mesi dell´anno, informa Sarajevo Times.

La Banca europea per gli investimenti (Bei) ha accantonato 30 milioni di euro per i Balcani occidentali entro il 2020 e la metà di quei fondi verrà utilizzata per investimenti in Serbia: lo ha detto il direttore della Banca europea per gli investimenti per i Balcani occidentali, Dubravka Negre.

Dai Fondi Strutturali e Investimenti Europei (ESIF) per il periodo 2014-2020, la Croazia dispone di un totale di 10,7 miliardi di EUR, mentre attualmente sono stati utilizzati oltre il 25% dei fondi stanziati/allocati.

Gli investimenti esteri diretti per la prima metà di questo anno sono stati sostenuti principalmente nell’energia e nell’industria estrattiva, scrive Scan TV, riportato dall'ICE.

L'indice dell'inflazione in Serbia ha registrato ad agosto un aumento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it