QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il ministero croato degli affari esteri ha accolto con gratitudine la decisione della Serbia di sospendere la vendita delle aziende che erano state finanziate dalla ex-Jugoslavia. Lo rende noto B92.net, affermando che un simile apprezzamento è stato espresso anche dalla Slovenia.

Il ministero croato ha espresso la speranza che questo sia il primo passo verso l´annullamento del decreto relativo alle aste e di tutti gli effetti prodotti finora.

Le aste per la vendita delle aziende con sede nelle ex-repubbliche jugoslave, le cui proprietà erano registrate come statali, dovevano aver luogo in agosto-settembre.  Il ministro degli esteri sloveno Rupel aveva scritto alla controparte serba, chiedendo che le aziende slovene fossero escluse da tutte le aste finché siano risolti i diritti di proprietà.

www.b92.net - by Elena Arena



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it