QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu15Apr200410:00
IBM, ecco l'offerta per Basilea II
Un vasto programma di software e servizi, centrato sulle capacità di DB2, promette alle banche di risolvere il problema dell'adeguamento. IBM ha sviluppato un'offerta completa di software e servizi per le aziende impegnate nei progetti di adeguamento dei propri processi alle richieste di Basilea II.

Tra le principali implicazioni dell'accordo vi è infatti quella che le banche potranno commisurare le proprie riserve all'indice di rischiosità dei propri affari, che evidentemente dipendono dal tipo di impieghi scelti. I sistemi informativi devono supportare queste scelte e fornire un'adeguata reportistica. L'area IT deve dunque non solo adattare gli strumenti già disponibili, ma anche introdurne di nuovi per le funzionalità non presenti e integrarli con la parte già installata.

L'obiettivo della Basel II Information Management Offering di IBM è mettere a disposizione degli utenti una selezione adatta allo scopo dell'ampio portafoglio software di Big Blue, corredata di modelli e servizi di consulenza appositamente studiati.

Base dell'offerta, ovviamente mirata innanzitutto alle banche, è la gestione dei dati, quindi il database DB2, con la Data Warehouse Edition per le funzionalità di analisi. E' possibile portare tutti gli archivi aziendali su DB2, ma se l'azienda preferisce mantenere una pluralità di archivi separati, è possibile attivare DB2 Information Aggregator e utilizzare le applicazioni di due aziende partner come Ascential e Informatica, specializzate negli strumenti di estrazione e normalizzazione dei dati da fonti multiple. Su questa architettura di riferimento poggiano i template e gli strumenti di gestione dei dati appositamente studiati da IBM per ricavare le informazioni di sintesi, a supporto dei processi aziendali, previste dai tre pilastri (pillars) di Basilea II.

A livello hardware, i server di riferimento per la soluzione sono i pSeries, corredati dal sistema di storage ad alta capacità ESS, noto anche come Shark. Per l'intero progetto è possibile avvalersi di Business Consulting Solutions, il sottogruppo della divisione Global Services nato dall'acquisizione, a metà 2002, del ramo consulenza IT di Pricewaterhouse Coopers.

L'ampiezza dei progetti di recepimento dei requisiti di Basilea II e la numerosità delle componenti potenzialmente coinvolte rende molto difficile stimare i costi di progetti di questo tipo, ma IBM rende comunque noto che il limite inferiore potrebbe essere individuato a circa 350.000 dollari. I clienti, comunque, non dovrebbero farne una questione di prezzo.

"Ora la spinta principale [a questi progetti] viene dalla paura - commenta un analista -. Le banche si attendevano un allungamento dei tempi per mettersi in regola, ma le autorità hanno mantenuto la scadenza tra un paio d'anni. Perciò le banche ora vorrebbero qualcuno che venisse da loro a farsi carico del problema, preferibilmente con una buona dose di competenza specialistica. Finora nessun vendor ha proposto qualcosa di così ampio [come l'offerta di IBM], ma il recente accordo tra SAP ed NCR lascia intendere che potranno arrivare delle novità da parte loro".Computerworld Online



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it