QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il governo brasiliano, con una strategia di taglio dei costi, che per Microsoft potrebbe significare una riduzione dei ricavi per milioni di dollari, sta spingendo affinché la sua enorme burocrazia utilizzi per i suoi sistemi informatici software gratuito come Linux.

L’iniziativa tenta di ridurre il peso delle licenze di software proprietario che la pubblica amministrazione acquista per utilizzare i sistemi operativi della casa di Redmond, utilizzati su almeno il 90% dei computer del pianeta.

Lo stato brasiliano dichiara di spendere per queste licenze circa 34 milioni di dollari all’anno, una cifra ritenuta eccessiva dalla coscienziosa amministrazione dello staff del presidente Luiz Inacio Lula da Silva.

La politica pro-Linux di Lula lo ha messo in linea con analoghe iniziative adottate dai più svariati governi: Cina, Giappone e Corea del Sud, solo per citarne alcuni, che in settembre hanno lanciato una campagna per creare un sistema operativo aperto in concorrenza con Windows.

L’ente statale National Institute of Information Technology punta inoltre a far sì che l’iniziativa aiuti la bilancia commerciale, favorendo l’esportazione di maggiori quantità di software prodotto in loco.

La Brazilian Software Excellence Promotion Society stima che il Paese abbia importato quest’anno 1 miliardo di dollari di software in più di quanto ne abbia esportato nel 2001. “Acquistiamo dieci volte tanto quello che esportiamo” ha dichiarato il presidente dell’Iti Sergio Amadeu.

Inizialmente il governo si era raccomandato che i ministeri e le agenzie federali cessassero l’acquisto di computer con sistemi operativi già installati, quasi sempre Windows, ma una completa conversione a Linux richiederà tempo.

“Contiamo di raggiungere l’80% in tre anni” ha precisato il direttore del Ministero della Pianificazione Ricardo Sigaud.

Per saperne di più:
http://www.cunegonda.info/04microsoft.htm.

movimento di Cunegonda



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it