QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sostenibilità, gestione aziendale per una sopravvivenza duratura della società nel lungo periodo, attenzione particolare alla crescita economica, ambientale e sociale, la sua amministrazione e l'etica del commercio - sono tutti fattori che stanno catalizzando l’attenzione degli amministratori di società multinazionali su entrambe le sponde dell’Atlantico.

Tuttavia l’approccio adottato dalle multinazionali europee e americane è del tutto differente e, a seconda degli obiettivi e della cultura in questione, si privilegiano certi aspetti piuttosto che altri.

Importanza strategica in aumento oltre i confini europei

Sebbene il concetto di sostenibilità sia nato in Europa, ha subito attratto l’attenzione di molti e ben presto è stato immediatamente adottato da multinazionali statunitensi. Attualmente, l’81 percento degli amministratori senior di importanti società americane ritengono che la sostenibilità sia fondamentale o molto importante per portare a termine la missione strategica della loro società nel corso dei prossimi due anni. Il dato relativo alla rispettiva controparte europea è pari al 61%.

 “Questo picco è di importanza strategica per le società americane e senza dubbio costituisce una replica ai recenti scandali finanziari che hanno visto coinvolte numerose società americane, oltre che una risposta alla normativa Sarbanes-Oxley attraverso la quale si cerca di conquistare nuovamente la fiducia della opinione pubblica,” ha affermato Sunny Misser, capo globale e americano della sostenibilità della PricewaterhouseCoopers.

Priorità aziendali in Europa e negli Stati Uniti

La gestione della sostenibilità prevede priorità diverse sulle due sponde dell’Atlantico. Ad esempio:

 * Sempre più multinazionali europee rivolgono principalmente la propria  attenzione sull’impatto economico e sociale dei loro prodotti e servizi (50 percento in Europa contro il 27 percento negli Stati Uniti). Inoltre le società europee sono più attente ai problemi ambientali (rispettivamente il 45 percento contro il 26 percento).

 * Un numero sempre maggiore di amministratori americani ritiene che il posizionamento per una redditività a lungo termine è uno dei principali obiettivi delle società (il 91 percento, rispetto all’80 percento in Europa). Lo stesso vale per la supervisione degli amministratori e la compensazione (rispettivamente il 54 percento contro il 41 percento).

Maggiori informazioni sui risultati della ricerca Barometer Survey sono disponibili su Internet all’indirizzo http://www.barometersurveys.com

comunicato stampa PricewaterhouseCoopers



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it