QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon17Feb201411:30
Slovacchia, rimandata la fusione degli assicuratori sanitari
Il progetto di unire le tre compagnie di assicurazione sanitaria slovacche in un solo istituto, controllato dallo Stato, avrebbe dovuto essere operativo in Slovacchia a partire dall’inizio di quest’anno, secondo i piani originari annunciati dal governo. L’intero progetto è però congelato da diversi mesi a causa della mancanza dei fondi per realizzarlo. Oggi sono tre le società che gestiscono i contributi obbligatori al fondo di assicurazione sanitaria raccolti dai contribuenti: la statale Všeobecná zdravotná poistovna (VsZP), e le private Dôvera (gruppo Penta) e Union (dell’olandese Achmea). Il governo di Fico intende riunirle sotto lo stesso tetto, acquistando le due assicurazioni private – con le buone o con le cattive, disposto anche a requisirle per il bene, a suo dire, dei cittadini e dello Stato. Dopo la riunione del Consiglio dei ministri di mercoledì 12 febbraio, tuttavia, il Ministro delle Finanze Peter Kazimir ha detto che «oggi non abbiamo i soldi per questo» piano. La collega Zuzana Zvolenska, Ministro della Sanità, sostiene di aver fatto con i suoi funzionari una stima di quanti soldi richiedere l’acquisizione dei due assicuratori privati, ma in ogni caso il prezzo reale dovrà essere determinato da esperti. Gli azionisti delle società private hanno da tempo espresso la loro opposizione al progetto, anche facendo ricorso alla Corte europea.

Fonte: www.buongiornoslovacchia.sk



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it