QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon17Sep201209:11
Le polizze vita: le varie tipologie e il loro funzionamento

Le polizze vita sono dei contratti stipulati tra privati e compagnie assicurative volte ad assolvere finalità di risparmio e di tutela economica dei propri cari. Queste esigenze, infatti, sono sempre più avvertite dalla popolazione italiana e trovano una loro adeguata risposta in due diverse tipologie di assicurazione per la vita: come le polizze miste, le polizze "caso morte" e le polizze "caso vita". Le polizze caso morte assicurano la liquidazione di un capitale in caso di morte dell’assicurato e pertanto non prevedono alcun versamento da parte della Compagnia nel caso in cui, alla scadenza del contratto, l’assicurato sia ancora in vita. Le polizze caso vita, alla loro scadenza, consentono di ottenere un capitale in un’unica soluzione o come rendita vitalizia, rivalutato in base all’andamento a cui è stato collegato il denaro. Non è prevista alcuna copertura in caso di morte dell’assicurato, ma se ciò dovesse verificarsi nel corso di validità della polizza agli eredi del defunto verrà erogato il cumulo dei premi versati comprensivo degli interessi. Molto diffuse tra le polizze caso vita sono le unit linked, collegate a fondi interni, che a loro volta contengono fondi comuni di diritto italiano e/o sicav. Il contraente, secondo il suo profilo di rischio, può scegliere se volerlo indicizzato a strumenti di natura obbligazionaria o azionaria. Le polizze vita index linked sono invece collegate ad un sottostante rappresentato da obbligazioni strutturate con una componente collegata ad azioni, indici o panieri di indici e da cui dipende l'extrarendimento. Per via della loro natura hanno durate predeterminate da un minimo di 4 ad un massimo di 8 anni: qui è possibile confrontare le assicurazioni on line per trovare quella più economica. Il costo delle polizze vita dipende dalla loro durata, nonché dall'età e dal sesso degli assicurati (a parità di età costa meno assicurare le donne). Bisogna, però, far attenzione all’indicatore sintetico del costo percentuale, perché se eccessivo potrebbe inficiare il rendimento del proprio capitale. Un posto a parte lo occupano le polizze miste che prevedono la corresponsione di un capitale al beneficiario sia in caso di morte dell'assicurato che in caso di vita dello stesso e che pertanto sono delle polizze a metà strada tra quelle vita e quelle morte.