QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Si è svolto nei giorni scorsi a Sarajevo un incontro tra il Primo Ministro della Federazione di Bosnia ed Erzegovina (una delle due entità che compongono lo Stato di Bosnia ed Erzegovina) e l´Ambasciatore Italiano Nicola Minasio, scrive Sarajevo Times.

L´incontro ha offerto l´occasione per confermare la possibilità che alcuni grandi investitori italiani possano entrare sul mercato interno, incoraggiando così l´ulteriore arrivo di imprese italiane; in particolare è stato riferimento a un'importante compagnia multinazionale, al cui progetto il Primo Ministro ha garantito tutta l´assistenza, tecnica e non.

A parte i possibili grandi investitori, vi è un elevato interesse delle piccole e medie imprese italiane ad investire in Bosnia ed Erzegovina, coinvolgendo nei propri progetti i giovani locali, alcuni dei quali studiano l´italiano, arginando così il fenomeno dell´emigrazione della forza lavoro qualificata.

I due interlocutori hanno anche affrontato i temi della nuova legge sulle accise, che potrebbe favorire l´occupazione, in particolare grazie ai progetti infrastrutturali e dei processi di riforma legati all´integrazione UE.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it