QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu08Jun201712:19
#Grecia: nonostante #crescita sostenuta, #livello #investimenti #esteri ancora basso
La Grecia continua a scontare un gap rilevante, soprattutto nei confronti degli altri Stati europei, per quanto riguarda gli investimenti esteri diretti - IDE, nonostante abbia chiuso il 2016 con un incremento del 123 per cento rispetto all´anno precedente, secondo il recente report annuale pubblicato da Ernst & Young, informa Ekathimerini.

Tra i 44 Stati Europei oggetto dei rilevamenti, la Grecia si colloca al 34esimo posto per numero di progetti riconducibili ad investimenti esteri diretti e al 35 esimo per numero di posti di lavoro creati. Lo studio mostra che lo scorso anno in Grecia sono stati portati a termine 13 progetti, con la creazione di 111 posti di lavoro; i settori oggetto d´investimento sono stati quelli finanziario (8), manifatturiero (2), agricolo, dei trasporti e delle comunicazioni e costruzioni (1 ciascuno). 4 degli investimenti in questione sono stati britannici, 2 giapponesi, il resto derivati da Francia, Svizzera, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti, Spagna, Olanda, Serbia.

I dati greci appaiono ancora più deludenti se confrontati con il resto del Continente, dove nel 2016 si è assistito a un record storico, con una crescita del 15 per cento nel numero degli IDE - in totale: 5.845 - e del 19 per cento dei posti di lavoro creati: 259.673. Gran Bretagna, Francia e Germania ne hanno attratto il 51 per cento, mentre spicca il risultato della Polonia, che con 256 progetti è stato il primo Stato dell´Europa Centro - Orientale a entrare nei primi cinque posti.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it