QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il Ministero per lo Sviluppo Regionale e Fondi UE ha presentato nuovi progetti cofinanziati dai fondi UE per un valore complessivo di 15,4 milioni di euro.

Il Ministro delle Comunicazioni e dei Trasporti di Bosnia ed Erzegovina Ismir Jusko ha tenuto nei giorni scorsi incontro coi rappresentanti della Repubblica di Turchia, guidata dal Vice Direttore Generale della Direzione delle Strade della Repubblica di Turchia, Mehmet Tutas.

La Banca mondiale concede una linea di credito di 30 milioni di euro per il secondo Progetto di sviluppo istituzionale e rafforzamento dell’agricoltura in Montenegro (MIDAS 2), informa l'ICE.

Il Ministero dei Trasporti indirà quest’anno 5 gare d’appalto per l’autostrada, per un totale di 1 miliardo di euro, come annunciato dal ministro Árpád Érsek (Most-Híd).

Il Consiglio dei Ministri di Bosnia ed Erzegovina ha approvato nei giorni scorsi il Programma di Riforme Economiche (ERP) per il periodo 2018 - 2020, che include il quadro macroeconomico e fiscale a medio termine e un complesso di riforme strutturali che mira a migliorare la crescita e la capacità di competere nazionale, scrive Sarajevo Times.

Tirrena Scavi si è aggiudicata un’altra gara per la costruzione di un autostrada in Macedonia, scrive l'ICE.

Tra breve sarà lanciato dall’Agenzia SPIRIT il bando a favore dei Business Point sloveni per il periodo 2018-2022, per cui sono stati stanziati 3,9 milioni di euro (parte Ue - 2,8 milioni di euro), informa l'ICE.

La Primo Ministro della Republika Srpska (una delle due entità che compongono la Bosnia ed Erzegovina) Zeljka Cvijanovic, ha affermato nei giorni scorsi che la prima tranche del prestito del Fondo Monetario Internazionale è quasi certa e di non aspettarsi problemi legati alle ultime questioni da risolvere, come quella relativa alla legge sulle assicurazioni, informa Sarajevo Times.

Un rapporto pubblicato dalla Commissione Europea indica che la Slovenia continua a ridurre i crediti in sofferenza, processo iniziato con il risanamento delle banche da parte dello Stato.

Mentre nel secondo trimestre del 2016 ammontavano al 16,3% di tutti i crediti, nel secondo trimestre del 2017 sono diminuiti all’11,4%. Una percentuale peggiore è detenuta da sette Stati membri UE, precisa l'ICE.
La Bulgaria mantiene la terza posizione nell'Unione europea con il più basso debito pubblico rispetto al PIL nel terzo trimestre del 2017, secondo i dati Eurostat.

Le autorità greche potrebbero essere obbligate a portare avanti il piano di riduzione del limite per l'esenzione fiscale a partire dal 2020 (sui redditi del 2019) se i creditori dovessero rilevare che l'obbiettivo di un surplus primario del 3,5 per cento del PIL per lo stesso 2019 sarà irraggiungibile, informa Ekathimerini.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it